X


8 marzo: Auguri a Sandra Mondaini, simbolo della donna in Tv

Scritto da , il Marzo 8, 2011 , in Personaggi Tv

21 settembre 2010. Muore Sandra Mondaini. A lei ho pensato oggi, in questo giorno dedicato alle donne. Auguri Sandra. Auguri a lei che è un simbolo della Tv, lei che ha fatto la storia del piccolo schermo. Tante conduttrici e showgirl l’avranno presa come esempio di artista completa e preparata. La sua biografia su Wikipedia è lunghissima, teatro, radio, la Rivista e poi tanta televisione. Nasce la Tv e lei già c’era, nel 61′ conduce Canzonissima e nel 63′ inizia il sodalizio artistico e di vita con Raimondo Vianello, sposato l’anno prima. Se penso a Sandra, penso alle sue imitazioni, mitica quella della Carrà quando cantava Rumore e poi quella di Mina. E’ stata la prima attrice comica apparsa in Tv, lei sempre travolgente, mai banale, sorridente, cantava, ballava e recitava. Si divertiva e faceva divertire.

Poi nell’81 nasce Sbirulino, il pagliaccio che ha conquistato tutti, soprattutto i bambini. Mi ricordo che in un’intervista le hanno chiesto di ricordarlo per un attimo e lei l’ha fatto, ma dando le spalle alla telecamera, forse per vergogna, chissà.

Sandra insieme a Raimondo, con i loro programmi, tra cui l’indimenticabile Casa Vianello, sono entrati nelle nostre case, diventando parte della famiglia. La loro unione è un esempio di amore misto alla comicità, al non prendersi mai troppo sul serio.

Raimondo Vianello e Sandra Mondaini Foto

Sandra ha combattuto contro il cancro, la vasculite che l’ha costretta alla sedia a rotelle e quando Raimondo se n’è andato, in parte se n’è andata anche lei. E’ un esempio di donna italiana, che ha dedicato la sua vita allo spettacolo, dividendo tutto con il marito, lasciandolo solamente quando si parlava di calcio e di Sanremo.

Ci ha commosso ai funerali di Raimondo, chiamandolo, urlando il suo nome con la disperazione di una donna ormai rimasta sola. Ha chiuso gli occhi in una clinica, sfinita e distrutta dalla malattia. Ma in quei suoi ultimi attimi di vita Sandra avrà sicuramente sorriso, pensando di ritrovare il suo Raimondo.

In questo 8 marzo, in questo giorno dedicato alle donne, il mio pensiero, il mio sorriso va a lei, perchè resti un simbolo, un esempio di femminilità per tutte e per tutti.

Ciao Sandra

Sandra Mondaini interpeta sbirulino Foto