X


Talent Show: parla Silvia Mezzanotte

Scritto da , il Marzo 31, 2011 , in Interviste Tag:,

text-align: center;”>Silvia Mezzanotte Foto

Sembra quasi che sia inevitabile: a tutti gli artisti che rilasciano interviste di qualsiasi genere, viene chiesto quale sia la loro opinione rigurardo ai Talent Show, al “nuovo” modo cioè di potersi far conoscere e apprezzare per il proprio talento, e quindi quali siano le proprie preferenze e i propri giudizi. Questa volta tocca a Silvia Mezzanotte, che torna a cantare con i Matia Bazar dopo sei anni (anche perchè, diciamocelo francamente, la sua carriera da solista non era stata altrettanto soddisfacente) e con un nuovo album, dal titolo Conseguenza logica. E non risparmia proprio nessuno.

Molto positivo il suo giudizio su Noemi, che ha recentemente pubblicato il suo nuovo album dal titolo RossoNoemi: Mi piace moltissimo: ha personalità, grinta e carattere. Ha una voce da mezzo soprano che le invidio: sentire questo vocione che va verso il basso è entusiasmante. E poi ha una personalità, una grinta e una dolcezza uniche”. Su Giusy Ferreri, invece, ha dichiarato: “Quando è uscita da X Factor mi piaceva molto ma adesso è schiava di questa mania del colpo di glottide che è diventata un po’ eccessiva. È ciò che l’ha resa popolare, ma rende difficile la comprensione delle parole”.

Giudizi più che positivi anche per Emma ma soprattutto per Alessandra Amoroso. Della prima dichiara: L’ho rivalutata molto in questo Festival, mi piace molto come persona e nella sua grinta, ma deve subito allontanarsi dal mondo musicale della Nannini visto che la Nannini c’è già… per lei è necessaria una maggiore personalizzazione”, ma nello stesso momento non sembra essere molto entusiasta del suo duetto con la band più amata del momento: “I Modà hanno portato con Emma Marrone una canzone studiata ad arte, un’operazione che si è costruita su un brano ‘antico’ ma con l’utilizzo di voci giovani. Alla fine non mi è dispiaciuta”. Per la seconda, invece, prevede grandi opportunità di carriera all’estero, se supportata in maniera adeguata: Alessandra Amoroso, se trattata nel modo giusto, può esplodere anche all’estero. Con una buona progettualità discografica può seguire senza problemi le orme di Laura Pausini“.

La Mezzanotte sembra essere particolarmente entusiasta, infine, di Annalisa Scarrone, la vera rivelazione di Amici 10: “Fin dal primo provino dicevo che avrebbe vinto. Alla fine non ha vinto, ma sta avendo più successo. Ha questa voce duttile, gli occhi e una determinazione nell’umiltà che sono grandi caratteristiche, specie quando si entra in un meccanismo come quello di Amici, dove sei molto sotto pressione. L’unica verità tra i mille giudizi su di lei è stata quella di Mara Maionchi quando le ha detto ‘Fai quello che ti pare'”.

Conclude poi l’intervista con un’interessante considerazione: “Di bravi cantanti ce ne sono tanti. La differenza la fa come vengono guidati, soprattutto se vengono subito immessi nel tritacarne del marketing industriale. Visto che in un certo ambiente autogestirsi è quasi impossibile, dipende molto dai terzi che lavorano con loro. Il rischio è che si scimmiotti troppo quello che esiste già. Mi piace molto Emma Marrone, sembra avere tanta testa oltre che le corde vocali: ha grandi possibilità. Ma non è arrivare primi in classifica che fa di un cantante un talento di valore, ne ho visti tanti numeri uno nella mia carriera che sono subito spariti nel nulla. È più importante durare nel tempo“.