X


Tiziana Ferrario torna in Rai

Scritto da , il 9 Marzo, 2011 , in Personaggi Tv

La nota conduttrice del TG1 Tiziana Ferrario fa il suo ritorno in Rai, così è stato ordinato dal Tribunale di Roma – Sezione Lavoro – presieduto da Lucio di Stefano. Precisamente l’ordinanza prevede il suo reintegro alla conduzione del TG1, ma Minzolini a parte, non tutti nel Consiglio di Amministrazione della RAI sono d’accordo. Tuttavia “le sentenze del Giudice si applicano e non si discutono”, così commenta il Presidente della Rai Paolo Garimberti. Ci si ritrova nuovamente di fronte alla sfida tra giudici e giornalisti, non di una testasta qualunque, ma di coloro che si occupano di informazione all’interno dell’emittente pubblica nazionale. Ormai del caso Santoro si è già dibattuto, non torniamo sull’argomento Giorgino, e arriviamo al servizio di oggi: Tiziana Ferrario. Cos’era successo e quale fu il pomo della discordia?

Conduttrice TG1 FotoTiziana Ferrario, classe 1957, era stata sollevata dal suo incarico di conduttrice del TG1, poiché la direzione del telegiornale voleva dare spazio ai giovani, i quali, come è stato confermato, si sono dimostrati professionalmente adeguati e motivati ad una così importante sfida. La Ferrario invece accusò il Direttore di ritorsione e, senza entrare nel dettaglio, probabilmente qualcosa di vero ci stava. Infatti fa storcere un po’ il naso, che il Direttore del TG1 faccia, in questo modo, terra bruciata attorno a lui, quindi il ricorso della giornalista non è da biasimare. Senza ricordare altri casi di conduttori Rai, più o meno giornalisti, che grazie alla sentenza del Giudice sono rientrati, forse a vita, nei loro ruoli;  la riflessione si apre per una semplice considerazione, ovvero, una volta ricevuto il “ben servito” basterà rivolgersi ad un giudice, per far ritornare sui propri passi coloro che detengono il ruolo per determinate e rilevanti decisioni. Cosa ne pensate?

Tiziana Ferrario giornalista TG1 FotoLa giustizia riconferma di avere un ruolo determinate nella quotidianità dei fatti, come è giusto che sia, ma spesso questo ruolo può rischiare di essere abusato, portando a demistificare la responsabilità di figure dirigenziali che hanno il ruolo di intraprendere scelte più o meno condivise, ma soprattutto di coordinare  aziende importanti come la Rai, per evitarne il loro affondamento, visto che di scialuppe spesso, non ce ne sono abbastanza! Ma tornando al caso di Tiziana Ferraio, ancora non si sa se riprenderà la conduzione del TG a discapito dei nuovi giovani conduttori che piacciono, tuttavia è cosa certa, che tornerà in Rai con un ruolo prestigioso, e allora, non ci resta che scoprire quale?

Però che ne sarà dei futuri conduttori? E soprattutto, per aspirare ad un incarico così importante, bisognerà attendere la mummificazione dei predecessori o ci sarà spazio anche per chi, ha solo qualche anno in meno?