X


Le Iene: Giulio Golia si finge immigrato e viene preso a fucilate

Scritto da , il 6 Aprile, 2011 , in Programmi Tv
giulio golia le iene show

Una brutta avventura davvero, quella che ha visto come protagonista Giulio Golia. Il bravo e simpatico giornalista de “Le Iene Show”, fintosi un immigrato nordafricano, è stato preso a fucilate da un uno nostro connazionale a cui chiedeva semplicemente un bicchiere d’acqua. A riferirlo è una nota diffusa dal programma di Italia Uno, in onda stasera a partire dalle 21,10.

Del dramma degli immigrati sappiamo tutto. O meglio, pensiamo di sapere. E’ il giornalismo d’inchiesta, poi, a mostrarci immagini che mai avremmo visto e farci avere notizie che mai avremmo avuto. Ed è certamente un giornalismo d’inchiesta, oltre che satirico, quello che Le Iene fanno. Non è la prima volta che inviati della trasmissione Mediaset se la vedono brutta per i loro servizi. Quello che è capitato a Golia, però, è davvero sconvolgente.

Chiedi un bicchiere d’acqua e ti prendono a fucilate. Pensi sia un film western e invece accade in Italia. A Maduria, in Puglia, è stato allestito un centro di accoglienza per immigrati. Da qui molte persone (tunisini, libici, somali…) stremate dall’attesa e da condizioni igienico-sanitarie non proprio ottimali  (per usare un eufemismo) scelgono di darsi alla fuga a piedi. L’obiettivo principale è la Francia, dove questi stranieri hanno amici e parenti e dove potrebbero avere un’esistenza dignitosa.

Giulio Golia si è finto tunisino e “si è dato alla fuga” anche lui. Si è mescolato in mezzo agli altri africani e ha cercato di percorrere l’Italia in direzione Nord. Un viaggio lungo e sfiancante, che gli immigrati compiono colla paura di essere ritrovati e rispediti nel proprio paese di origine. Gli stranieri non hanno praticamente niente: né cibo, né acqua, né tanto meno soldi. Chiedono aiuto alla popolazione e molti nostri connazionali – come documentano Le Iene – si mostrano assai generosi. Molti, ma non tutti. Il povero Giulio Golia dopo avere atteso davanti alla porta di un’abitazione per chiedere dell’acqua è stato preso a fucilate da un uomo, il proprietario. Per fortuna il giornalista non è stato colpito e ha potuto fuggire. Stasera il racconto di questa incredibile e drammatica vicenda.