X


Le Iene Show, da professoressa di latino a prostituta

Scritto da , il 28 Aprile, 2011 , in Programmi Tv
le iene show

Le Iene, come sempre, non hanno deluso i loro milioni di telespettatori. Molti i servizi di grande interesse tra cui quello, piuttosto sconcertante, dei furti di monete nella Fontana di Trevi. Furti che avvengono nell’indifferenza più totale dei vigili urbani nonché delle istituzioni romane. Una vergogna, degnissima del periodo storico che stiamo vivendo. Ma tant’è. Il programma di Italia Uno si è anche occupato di Tenera Valse (nella foto tratta dal sito di Mediaset). Chi è? E’ una ex docente di latino e greco che ha deciso di cambiare vita. Oggi fa la prostituta ed è molto più felice. Un fatto che non stupisce nemmeno più di tanto, visto gli insegnanti italiani (anche se laureati) sono pagati spesso meno di un qualsiasi dipendente pubblico con la scuola dell’obbligo.

Faccio la prostituta da 3 anni – ha detto alle Iene la ex prof. – Prima ero una professoressa di latino e greco in un liceo romano. Non mi vergogno per niente del nuovo lavoro che faccio. Perché porto la maschera? È un atto di amore verso i miei studenti e coloro che mi voglio bene, coloro che mi conoscono, mi frequentano o che sono miei clienti. La mia vita è molto meglio adesso rispetto a prima: non devo guardare quanti euro ho in tasca. Al di là dei soldi, è sempre meglio ora: quando ero insegnante mi stavo ammalando di ansia, depressione, ero frustrata. Adesso ho raggiunto un giusto equilibrio. Credo che anche il lavoro di puttana mi riesce molto bene se lo confronto con quello precedente. Ho insegnato per dodici anni. Ho lasciato la scuola perché la mia cultura, la mia intelligenza, si stavano inaridendo.

Le cifre sono da capogiro. In una giornata, una prostituta può guadagnare quello che un insegnante prenderà (forse) in un mese. A volte, però, può essere molto rischioso. “Guadagno 300 euro circa in un’ora e mezza di prestazioni sessuali – ha spiegato la ex prof. – Da insegnante guadagnavo al massimo 1300 euro al mese. Ora posso permettermi di comprare tutti i libri che voglio. Mi piacciono i rapporti sadomaso, posso essere la dominatrice o quella che viene dominata. Questo lavoro può anche essere pericoloso. Io prendo le giuste precauzioni, ma una volta ho rischiato anche di morire. La cosa più erotica che mi è stata chiesta? Leggere un brano di Moby Dick in ginocchio. Non vado solo con uomini, ma anche con coppie o soltanto con donne“.

La ex prof non ha perso l’amore per la cultura, nonostante la scuola spesso ne sia la tomba. Aristofane (il fustigatore dei potenti) e Lucrezio (che esaltava il piacere) sono rimasti i suoi autori preferiti. Probabilmente anche loro due oggi guarderebbero e apprezzerebbero Le Iene Show!