X


Mediaset al centro della polemica: l’ultima trovata è un reality con gli insegnanti precari

Scritto da , il 14 Aprile, 2011 , in Programmi Tv

text-align: center;”>Reality show sulla scuola Mediaset Foto

La pupa e il secchione formato VIP? Eh sì, dalle ultime indiscrezioni pubblicate dall’Agenzia di stampa Dire, Canale 5 avrebbe annunciato un casting per docenti precari rimasti senza lavoro a causa della riforma Gelmini per partecipare a un reality show nel quale farebbero da insegnanti a una classe di VIP ignoranti. Il premio finale consisterebbe nella possibilità di avere lo stipendio pagato per dieci anni. La notizia ha fatto il giro del web, causando proteste da ogni dove. C’è persino una pagina del social network Facebook intitolata “No al ridicolo programma sui precari della scuola Mediaset!” in cui ci si appella al buon senso e si chiede la cancellazione dell’iniziativa. Gli autori della pagina, infatti, dicono: “Siamo disgustati, anche se sappiamo già che un tale programma garantirà un mucchio di ascolti e li farà giocando sulla pelle dei precari, già martoriati dai tagli. Questo è un programma dove attori stile Forum, faranno la parte di insegnanti che tutto sommato accettano la pseudo riforma e ne parleranno bene. Non fanno niente senza tornaconto”.

Decisamente sulla notizia la Dire, che sostiene di essere andata a scovare persino i conduttori: “Nicola Savino e Barbara D’Urso, quest’ultima, addirittura, nei panni della preside”. E Orizzonte Scuola aggiunge: “In questi giorni appare sempre più spesso sui canali Mediaset una striscia pubblicitaria con la quale il casting comunica di essere alla ricerca di docenti precari. Il cast sarebbe formato da ex concorrenti tra i più somari della storia dei reality nei panni di studenti e docenti precari nei panni di insegnanti che avranno il compito di preparare i vip ad affrontare una gara di quiz”. Ancor più dura la reazione della Cgil Scuola: “Dopo le offese da parte del premier alla scuola statale, l’offesa da parte delle sue reti a lavoratrici e lavoratori precari, che hanno contribuito finora ad assicurare il diritto all’istruzione, sotto costante attacco da parte di quelle istituzioni che dovrebbero invece garantirlo”. Se da una parte potrebbero essere numerosissimi i candidati al programma, tra le fila del Coordinamento Precari Scuola gira una mail che invita a boicottare il reality. “Sul momento siamo stati favorevolmente colpiti dall’idea che si volesse fare una trasmissione che desse voce ai precari della scuola – dicono – finalmente! e, invece, l’amara sorpresa: apprendiamo con rabbia e sgomento che l’idea è quella di mandare in onda un reality show nel quale saranno coinvolti anche i docenti precari. Insomma prima la politica riduce alla fame i precari della scuola, poi arriva il reality show che ha l’unico scopo di sfruttare la disperazione per denigrare i precari della scuola rendendoli fenomeni da baraccone”.

Mi viene da chiedere: chi saranno i VIP coraggiosi che prenderebbero parte al programma? E poi, in così poco tempo diventerebbero improvvisamente intellettuali? Insomma, a Mediaset non bastano i discutibili programmi che partorisce di anno in anno, ma è necessario anche fare il punto sull’italiano medio, così vorace di siffatta Tv-spazzatura.