X


Talent Show e mercato discografico: un impero in declino?

Scritto da , il 4 Aprile, 2011 , in Personaggi Tv
Alessandra Amoroso Marco Carta Valerio Scanu Loredana Errore Emma Marrone

Fino a pochi anni fa, l’opportunità di emergere musicalmente ed uscire da uno sconfortante anonimato era riservata a pochi giovani artisti, che, dopo anni di sacrifici, studio e tanta tanta gavetta, riuscivano ad ottenere l’ambitissimo contratto discografico grazie alla partecipazione ad  un concorso canoro più o meno prestigioso. Oggi invece, è proprio il caso di dirlo, è tutta un’altra musica: il fenomeno dei Talent Show come Amici o Xfactor è riuscito a rivoluzionare e risollevare in pochissimo tempo l’intero mercato discografico, facendo leva sull’esposizione e sui meccanismi mediatici tipici degli Show televisivi e confidando nel target più giovane del pubblico. Alessandra Amoroso, Marco Mengoni, Noemi, Emma, Valerio Scanu, Annalisa Scarrone sono solo alcuni degli esempi che si potrebbero fare: la partecipazione ad un Talent Show ha consentito loro di arrivare in cima alle classifiche di vendita ed essere conosciuti ed apprezzati da un pubblico sempre più folto e variegato. Anche se, a dirla tutta, molto spesso a scapito della buona musica. Ma quanto è realmente destinato a durare il “miracolo” dei Talent? Possibile che la loro era sia già in declino?

Amici Alessandra Amoroso FotoVediamo dunque di analizzare qualche dato concreto. Nel 2008 otteneva ben 7 milioni di telespettatori e il 35% di share la fortunatissima settima edizione di Amici, quella che aveva visto trionfare Marco Carta, successo poi confermato da un forte riscontro discografico e successivamente suggellato –temporaneamente– dalla vittoria al Festival di Sanremo nel 2009. L’anno successivo, nonostante un lieve calo, la finale Amici registrerà il 32% di share e quasi 6,9 milioni di telespettatori, proclamando vincitrice la concorrente più apprezzata e conosciuta nella storia del talent di Maria de Filippi, Alessandra Amoroso; lo stesso Valerio Scanu, secondo classificato nell’ottava edizione del programma, riuscirà a ritagliarsi un posto nel panorama musicale italiano, arrivando addirittura a vincere il Festival di Sanremo 2010 tra polemiche di critica ed orchestra. La nona edizione di Amici, vinta da Emma Marrone, registra un notevole calo (-1 milione di telespettatori) rispetto all’anno precedente, ciò nonostante i risultati sono ancora sicuramente positivi per lo show di Canale5. E’ proprio l’ultima edizione di Amici, quella del “Talento a tutti i costi”, dei regolamenti cambiati ogni puntata e delle case discografiche, la meno seguita di sempre: solo 5 milioni di telespettatori e il 25% di share. Lo stesso Xfactor, il Talent Show di Rai2 che ha lanciato grandi nomi, primi fra tutti Giusy Ferreri, Marco Mengoni e Noemi, nonostante quest’anno sia stato rivoluzionato con importanti novità, è stato sospeso a causa di uno scarsissimo seguito: 2,7 milioni di telespettatori (la finale meno vista di sempre anche in questo caso) per la finale di uno dei programmi di punta della rete sono davvero pochi.Marco Mengoni X factor Foto

Al di là dell’aspetto televisivo, però, il trend discografico di moltissimi giovani artisti reduci dai Talent Show sembra registrare una curva sostanzialmente negativa, salvo rare eccezioni. La causa è forse da imputare a diverse scelte discografiche errate, ma anche ad una probabile assenza di novità e qualità tra i lavori discografici, nonché ad una avvilente omologazione della loro musica. Ad oggi, infatti, soltanto un paio di loro può dirsi sicuro di poter continuare nella propria avventura musicale. E’ forse proprio questa la grande illusione dei Talent Show: in molti casi, non è l’artista a vendere, ma il suo personaggio e il contesto dal quale è emerso; quando il personaggio viene accantonato perchè “oscurato” dalle nuove edizioni, da nuovi giovanissimi fans, il “contesto” cambia inevitabilmente: riuscire a rimanere a galla è sempre più difficile e improbabile per molti di loro.

Arrivati a questo punto, viene spontaneo chiedersi: quanti altri giovani artisti potranno usufruire ancora dell’opportunità di potersi affermare nel complicato mondo della musica? Ma soprattutto, chi tra loro è destinato a rimanerci? E’ già crollato l’immenso impero dei Reality della musica? Perché i Talent Show non hanno più l’appeal e il seguito che avevano solo un paio di anni fa? Manca forse la “materia prima”? Ai posteri l’ardua sentenza.