X


Esclusiva a Matrix sul caso Scazzi: Michele Misseri si dichiara colpevole

Scritto da , il Maggio 31, 2011 , in Personaggi Tv Tag:
il logo di matrix

text-align: center;”>michele misseri zio di sarah scazzi Foto

Ennesima esclusiva. Ennesima trasmissione dedicata al caso Scazzi. Ad occuparsene stavolta è Matrix condotto da Alessio Vinci. Lo scoop è un’intervista a Michele Misseri, lo zio di Sarah, scarcerato dopo 230 giorni di prigione. A conquistare l’ennesima confessione dell’uomo è Ilaria Cavo. La giornalista, la sera del ritorno a casa di Michele, era all’interno di casa Misseri e si è fatta riraccontare la sua versione dell’omicidio. Misseri, come se non aspettasse altro, parla a ruota libera, mima l’omicidio, perchè lui si assume la colpa di tutto, dice di averla uccisa lui Sarah. L’intervista dura 40 minuti, che per tenere incollati i telespettatori al video, verrà proposta in vari spezzoni. Nel frattempo sua moglie Cosima è stata arrestata.In studio a Matrix, tra i vari ospiti l’avvocato degli Scazzi e quello dei Misseri. Si parla, si suppone, è sincero Michele? L’ha uccisa lui? L’ennesima versione dei fatti, sarà vera? Io invece da casa mi chiedo: come ha fatto la giornalista ad essere in casa dei Misseri? Come è possibile che nessuno, avvocati, carabinieri abbia bloccato la Cavo, che tranquillamente soggiornava nella casa degli orrori.

Rifletto anche sulla pesantezza e il disgusto che le immagini di Misseri possano aver provocato sul telespettatore: un signore anziano, che mima come ha ucciso la nipotina, un contadino che a stento parla l’italiano, che però da 230 e passa giorni si è trasformato in un acchiappascolti. Dove sta la verità? Quando finirà tutto questo? Concetta, la mamma di Sarah, quando potrà piangere in pace sua figlia?

Mentre scrivo Michele Misseri parla con disinvoltura, mostra la sua casa, dichiara innocenti la figlia Sabrina e la moglie Cosima. C’è da chiedersi e da sperare che la giustizia italiana riesca a fare chiarezza su un caso di cronaca nera, nato, cresciuto e nutrito dalla Tv.