X


David Garrett all’Arena di Verona

Scritto da , il Giugno 2, 2011 , in Programmi Tv

text-align: justify”>David Garrett FotoStraordinario l’evento in diretta, condotto dalla magistrale Antonella Clerici, che ormai sembra aver superato ogni imbarazzo di prima serata, e senza temere i fischi è riuscita a driblare senza grandi sconvolgimenti il pubblico, aizzatosi per qualche momento contro le colonne della scenografia dell’Aida, che impedivano la vista: “l’anno prossimo le toglieremo!”, tranquillizza lei, “ma servono alla scenografia della tragedia”, richiamano gli organizzatori “beh, allora le metteremo e poi le toglieremo”, dopo tutto sono solo apparati scenografici alti più di quattro metri. Tuttavia la Clerici è abituata alle altezze e ad arrivare in cima! La lirica in Tv è stata un successo (già confermato nella prima edizione dell’anno scorso), ma quest’anno le presenze erano davvero importatti pure sul piano internazionale, tra cui il violinista compositore tedesco statunitense David Garrett.

David Garrett FotoLe opere in scena: La Traviata, Il barbiere di Siviglia, Romeo et Juliette, Nabucco, Aida e La Boheme, reinterpretate dai più illustri esponenti della lirica mondiale: tre soprani (Natalya Kraevsky, Ermonela Jaho e Rocio Ignacio), un tenore (Giancarlo Monsalve), tre baritoni (Dalibar Jenis, Nicolò Ceriani e Dario Giorgelè) e un basso (Ziyan Atfeh). Ma non dimentichiamo i maestri d’orchestra come il celebre Julian Kovatchev, impegnato nella parte di lirica della serata. Oltre a tutti loro si è esibito pure uno dei migliori baritoni dell’opera mondiale, ovvero Erwin Schrott, cantando un Tango coreografato dalle scuole di ballo nazionali con proffessionisti e amanti di questa ballata. Invece per la musica leggera si sono alternati sul palco dell’Arena le nostre “star” nostrane: Gianni Morandi, che su Rai Uno ormai è di casa, Zucchero e i Modà, a cui Verona piace molto, tutti accompagnati dal maestro Marco Sabiu (fedelissimo di Antonellina) a dirigere l’Orchestra. Un tentativo di ripercorrere lo spirito di Pavarotti and Friends per modernizzare la lirica, ma senza snaturarla. Tra tutti questi, due straordinarie esibizioni di David Garrett (per l’anagrafe David Bongartz, nato a Aquisgrana, il 4 settembre 1980), figlio di un avvocato tedesco e di Dove Garrett, bellissima ballerina statunitense, da cui ha preso il cognome utilizzato come nome d’arte. A dieci anni, collabora con la Filarmonica di Amburgo,si mantiene alla prestigiosa scuola per musicisti Juilliard, facendo il modello, mentre nel 1994 stipula un accordo con la Deutsche Grammophon per l’incisione di diverse opere come solista. Prima con il brano dei Nirvana “Smell like teen spirit”, dal palco reale e poi con “The 5th Rock Symphonies” rielaborazione della celeberrima 5th di Beethoven. Infine ha sbalordito tutto il pubblico veronese (compreso il sottoscritto) e tutti i telespettatori, col suo virtuosismo degno del World Record nel “Volo del Calabrone” nel tempo di un minuto e sei secondi.Antonella Clerici Foto

Il “figaccione” della Clerici ha veramente dimostrato di essere unico e noi ci auguriamo di averlo presto di nuovo in Italia, magari per un suo concerto Live.