X


Spot Sky scherza coi santi, quotidiano dei vescovi infuriato

Scritto da , il 25 Luglio, 2011 , in Personaggi Tv
spot sky

Cattolici ancora una volta arrabbiati per uno spot pubblicitario trasmesso dalla tv. Qualche tempo vittima dell’ira furono gli auricolari Nodis: ricordate la pubblicità? Un uomo, che assomiglia a Cristo, è legato al letto al letto e chiede aiuto al Padre. Da lui, però, non riceve nessuna collaborazione. A comparire è una donna obesa, con in mano in frustino, la cui posizione e i cui vestiti non sembrano promettere nulla di buono… Stavolta a fare arrabbiare Avvenire, il quotidiano della Cei (Conferenza Episcopale Italiana), è lo spot di Sky. Dove i calciatori: Massimo Ambrosini, Francesco Totti, Samuel Eto’o (nella foto)…si trasformano in santi. I lettori del giornale cattolico sono indignati e come loro il direttore responsabile Marco Tarquinio.

Ho 26 anni e sarò estremamente sintetica: mi ha molto colpito lo spot Sky su santi e miracoli – scrive Elisabetta. – Lo ritengo offensivo per coloro che come me si professano cattolici (vedere la statua di Totti, un esempio su tutti, che suda e fa urlare al miracolo, mi ha fatto rabbrividire…). Se anche fosse solo ironia, beh, non mi piace!”

Secondo Patrizio la situazione è drammatica e pubblicità come quelle trasmesse da Sky sono molto dannose, specie per il periodo storico che stiamo vivendo. “Lo spot deride Cristo e la fede cristiana trasformandone l’immagine in caricatura per la promozione di un prodotto commerciale televisivo. Chi si riconosce in Lui è sempre più spesso vituperato e deriso, anche se la nostra civiltà ha tratto le sue radici da ciò che l’evento storico di Cristo ha generato. Ciò avviene mentre in tante terre. Per quel volto e quel simbolo – sostiene il lettore – dei cristiani subiscono persecuzioni atroci pagando anche con la vita la loro fede”.

Per il direttore di Avvenire lo spot è inopportuno, spericolato e offensivo e Murdoch farebbe meglio a preoccuparsi dello scandalo intercettazioni che sta travolgendo il suo impero mediatico. “Scherza con i fanti e lascia stare i santi” è il consiglio di Tarquinio.