X


Telelombardia vuole Michele Santoro

Scritto da , il 16 Luglio, 2011 , in Personaggi Tv
michele santoro

La7 o Rai? Macché. A volere Michele Santoro (nella foto) è Telelombardia. Lo scoop è di uno dei principali avversari del giornalista, ovvero Il Giornale. Sandro Parenzo, patron di Telelombardia e di Antenna3, è disposto a ospitare l’ex conduttore di Annozero. D’altronde, lo ha già fatto con Tutti in piedi, un mese fa, ed è andata benissimo. Parenzo sarebbe disposto a concedere all’ex europarlamentare dell’Ulivo tutta la libertà che vuole e che la7 gli ha negato. “Mi chiede se, da editore televisivo, prenderei Santoro, anche senza sapere in anticipo le scalette? E io le rispondo sì, certo che sì. Michele lo conosco dal 1988, ci sentiamo spesso. Credo che in questi giorni ci faremo una chiacchieratina. Volete sapere se faremo un canale insieme? Ci stiamo pensando – ha detto ancora l’imprenditore – il digitale ha aperto molti spazi. Sono 17 anni che io e lui ci diciamo sempre la stessa cosa: “Ah quanto sarebbe bello fare una televisione nuova”.Parenzo è letteralmente scatenato nell’intervista rilasciata al quotidiano della famiglia Berlusconi. Il proprietario di Telelombardia sarebbe disposto a ospitare anche i notiziari prodotti dal Fatto Quotidiano. Insomma, non solo Michele Santoro. Ma anche Marco Travaglio, Peter Gomez e magari pure Beatrice Borromeo e Giulia Innocenzi. Per Silvio Berlusconi sarebbe un Annozero continuo. Eppure Parenzo del premier si dice amico. “Ci sentiamo spesso anche con lui. Magari capita che mi dica “hai fatto una cosa troppo di sinistra, guarda che così perdi metà del pubblico”. Mi chiedete se sono di sinistra? Io prendo insulti da destra a sinistra, mi danno del leghista o del comunista. ‘Se ti attaccano tutti vuol dire che stai facendo una buona tv’ mi dice sempre il professor Berlusconi“. Be’, se le cose stanno così, allora il numero uno deve essere proprio Santoro visto che, negli anni, si ha fatto nemici a destra, a sinistra e al centro. Tra l’altro, dopo la cacciata dalla Rai, ben pochi esponenti politici hanno detto qualcosa per favorire un suo ritorno. Ma questo, ormai, è il passato. Il futuro potrebbe essere Telelombardia. Varrà anche per la tv locale la proposta di lavorare per un euro a puntata?