X


“La prova del cuoco” abbinato alla Lotteria Italia

Scritto da , il Agosto 2, 2011 , in Programmi Tv Tag:
Antonella-Clerici-La-prova-del-cuoco

=”text-align: justify;”>Antonella Clerici La prova del cuoco Foto

Antonella Clerici è ormai una diva della tv e in questi anni di magra anche la Lotteria Italia deve abbandonare i grandi varietà del sabato sera che un tempo polverizzavano gli ascolti e “accontentarsi” di un programma di cucina. E’ infatti ufficiale l’abbinamento della Lotteria di Capodanno con il tanto amato programma La prova del cuoco, condotto dalla Clerici per 8 anni, poi passato a Elisa Isoardi per l’edizione 2009 e poi tornato in mano nell’ultima edizione alla bionda e simpatica conduttrice che peraltro è in lizza per la conduzione del Festival di Sanremo. Gli alti costi e i flop delle ultime edizioni dei programmi autunnali con Lotteria inclusa hanno indotto la Rai a puntare su La prova del cuoco, superseguito dalle casalinghe italiane e non solo. C’è da dire inoltre che si tratta dell’unica superstite tra le lotterie nazionali ad estrazione differita visto il netto taglio attuato dal Ministero delle finanze nel 2008 a causa di “assenza di utili significativi per l’erario”.

I numeri hanno parlato chiaro: gli italiani hanno “mollato” la fortuna acquistando circa il 17% in meno dei biglietti, appena 9,6 milioni contro gli oltre 11,6 milioni di tagliandi venduti nel 2007 (58 milioni di euro la raccolta), e addirittura la metà rispetto ai 18,5 milioni venduti nell’edizione del 2006 (sopra i 92 milioni di euro di raccolta). E la novità sarà anche dettata dalla programmazione: non più un programma serale, ma uno pomeridiano che tenterà di risollevare le sorti della Lotteria. Per dare un’idea del fallimento del gioco basta considerare che dal 2002 ad oggi, lo stato si è ritrovato con 17 milioni di euro in più non riscossi dai vincitori con addirittura un premio record del 2009 di un biglietto da 5 milioni di euro venduto a Roma e di fatto dimenticato dai proprietari. Gli italiani non sognano più, e la Lotteria rischia di chiudere i battenti.