X


Sesso per condurre Sanremo, Manuela Arcuri disse no

Scritto da , il Settembre 15, 2011 , in Personaggi Tv Tag:,
Manuela Arcuri sexy

Emergono particolari sempre più inquietanti dall’inchiesta condotta dai pm di Bari che ha vede al centro l’imprenditore pugliese Gianpaolo Tarantini. Il reato principale che gli viene contestato è  quello di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento della prostituzione. L’uomo, ricordiamolo, è già in carcere per il presunto ricatto orchestrato assieme a Valter Lavitola (latitante all’estero, ex direttore ed editore de L’Avanti) ai danni del presidente del consiglio Silvio Berlusconi.

Ma torniamo all’inchiesta di Bari. Secondo i magistrati, Tarantini avrebbe procurato ragazze a pagamento proprio al capo del governo. Il tutto allo scopo di ottenere favori, e cioè appalti e incarichi presso aziende o enti a partecipazione pubblica. Oltre all0 all’imprenditore pugliese, ad essere indagate per questa vicenda sono altre sette persone. I fatti si sarebbero verificati tra il 2008 e il 2009 nelle varie residenze del presidente del consiglio: palazzo Grazioli, Arcore, Villa San Martino.

Tarantini, dunque, avrebbe procurato al presidente del consiglio decine di ragazze: tutte belle e magre. Ma c’è anche chi avrebbe rifiutato di far parte del presunto giro. Scrivono i pubblici ministeri secondo quanto riportano Il Fatto Quotidiano, il Corriere della sera e altri giornali: Gianpaolo Tarantini la indusse a prostituirsi in favore di Silvio Berlusconi con la promessa che lo stesso l’avrebbe favorita per la conduzione del Festival di Sanremo, non riuscendo a portare a termine il suo proposito a causa del rifiuto opposto della stessa”. La persona a cui si riferiscono i magistrati è Manuela Arcuri, attrice e showgirl di 34 anni.

Ancora una volta, dunque, sembrano intrecciarsi le strade dello spettacolo e della politica. Si tratta di una notizia destinata a fare molto discutere. L’attrice, sin qui, non ha rilasciato dichiarazioni e non è detto che lo farà, a meno che i magistrati di Bari non la chiamino per testimoniare. L’autunno della politica, e della televisione, è subito caldissimo.