X


Fiction italiana in crisi. La vera star è Terence Hill, altro che Gabriel Garko!

Scritto da , il Ottobre 30, 2011 , in Serie & Film Tv Tag:,
anticipazioni don matteo 8 e ascolti

text-align: justify”>don matteo terence hillUna stagione televisiva che vede sempre più in difficoltà programmi e personaggi. La tv generalista vede dimezzati i suoi ascolti ed è soprattutto la fascia Prime time delle rispettive Ammiraglie a soffrirne maggiormente. Neppure la fiction italiana (ad eccezione del super “Don Matteo”) riesce a fare più breccia nel cuore dei telespettatori e pare archiviata anche la supremazia del bel Gabriel Garko. Il protagonista di fiction di successo come “Il peccato e la vergogna” e “L’onore e il rispetto” che ha seriamente messo in seria difficoltà in più occasioni Antonella Clerici e i suoi programmi, non ce l’ha fatta questa volta ad essere il re Mida degli ascolti tv. Antonella Clerici aveva preferito persino scontrarsi contro un colosso come  “C’è posta per te”, pur di evitare anche in questa stagione lo scontro frontale con la nuova fiction con protagonista Gabriel Garko! La crisi della fiction italiana sembra evidente e anche prodotti apparentemente consolidati come “Distretto di polizia” sembrano essere giunti ormai alla frutta. Era soprattutto la Rai a poter contare sul successo delle sue fiction di casa nostra, ma se pensiamo a prodotti come “il segreto dell’acqua” con protagonista l’attore Riccardo Scamarcio che si sono focalizzate intorno ad una media del 10% di share, le considerazioni che se ne possono trarre sembrano evidenti. Nemmeno la fiction Rai fa più breccia tra i telespettatori italiani che sono sempre più attratti dalla variegata offerta della pay tv.

La star di questa stagione televisiva sul versante fiction non è più il sex simbol di casa nostra come Gabriel Garko (per citarne il più rappresentativo che ha riscosso più successi negli anni addietro), Riccardo Scamarcio o Luca Argentero, ma è l’eroe “Terence Hill“, l’amato Don Matteo. La serie televisiva giunta all’ottava edizione non sembra conoscere affatto i segni del tempo e riesce nell’impresa di conquistare risultati di ascolto insperati che farebbero invidia a chiunque.

D’altronde la coppia Terence Hill e Bud Spencer resta impressa nell’immaginario collettivo e nel cuore dei telespettatori come una delle più riuscite e ne sono una dimostrazione i vari successi riscontrati dai film interpretati dai due attori che nonostante le ripetute repliche, ottengono sempre un gradito successo. Una domanda sorge spontanea: la crisi della fiction italiana può essere accreditata alla mancanza di sceneggiature veramente nuove e interessanti? Forse, non sempre è colpa dei protagonisti e il dato ricorrente è ancora una volta, la mancanza di idee?!?