X


Grande Fratello 12: tutti pazzi per Rudolf!

Scritto da , il 30 Ottobre, 2011 , in Grande Fratello
Rudolf Gf12

L’ormone colpisce ancora: a pochissimi giorni dall’entrata nella Casa del Grande Fratello, la tempesta testosteronica si è abbattuta puntuale sulle inquiline dell’appartamento più spiato d’Italia. L’uragano questa volta ha il nome di Rudolf, l’aitante giocatore di rugby che abita e vive a Roma. Il bel Rudolf è oggetto delle attenzioni in particolare da parte di due ragazze, guarda caso le due che si sono battibeccate durante la serata inaugurale discutendo di Schopenauer e Topolino come se stessero parlando dell’ultima puntata di Uomini e donne, ovvero la saccente Floriana e l’apparentemente ingenua Ilenia, quella per la quale “Topolino ce sta da anni“. Se la prima gli lancia messaggi subliminali tra una doccia e l’altra, la seconda si comporta tranquillamente da gatta morta, nonostante entrambe sappiano che una ragazza aspetta Rudolf fuori dalla Casa. Il Mernone è infatti felicemente fidanzato e ha esposto proprio ieri la questione nel Confessionale, preoccupandosi di un suo eventuale cedimento a una delle due sirene e alla reazione della sua fidanzata di fronte a un possibile tradimento. Naturalmente non è detto che accada ma il Grande Fratello consiste anche nell’immaginare possibili dinamiche non appena viene rotto un determinato equilibrio. E poi non è che nella Casa i ragazzi abbiano un gran da fare quindi i flirt sono all’ordine del giorno, anche se per ora non si vede nessuno amoreggiare.

Per non parlare – è il caso di dirlo – di un altro amore ancora taciuto all’interno della Casa: Filippo Pongiluppi è stato per sette anni il fidanzato di Nicole Minetti, l’igienista e consigliere regionale della Lombardia rea di reclutare le ragazze per i festini del premier Silvio Berlusconi: insomma, questo Grande Fratello sembra un’edizione dei Raccomandati, ricorda una di quelle offerte per abbonamenti alla tv satellitare con modalità Presenta un amico. Ci fanno credere di prendere 19 ragazzi dall’anonimato, invece nell’era di Internet basta fare un’indagine approfondita per capire che si tratta di qualcuno legato al sottobosco televisivo. Il fenomeno tuttavia pare interessare a pochi: probabilmente noi Italiani ci siamo abituati a vedere ovunque queste antipatiche forme di nepotismo, quindi non ci troviamo nulla di male nel vederne una trasfigurazione televisiva. Mi domando a questo punto a cosa servano i casting!