X


Grande Fratello, Andrea Cocco è stufo: la mia vita privata compromessa

Scritto da , il 4 Ottobre, 2011 , in Interviste
andrea cocco

text-align: justify”>andrea coccoPer milioni di italiani, partecipare a un reality show (e grazie ad esso diventare ricchi e famosi) è un sogno o quanto meno un obiettivo importante. Molti, però, dopo avervi partecipato, rinnegano l’esperienza, se ne pentono, prendono le distanze, oppure sono stufi. Non ne possono più. E’ il caso di Andrea Cocco (nella foto). Non uno qualunque, dunque, ma il vincitore dell’ultima edizione Grande Fratello. Il modello italo-giapponese è stato molto apprezzato dal pubblico per i modi gentili. La sua notorietà, nella casa, è aumentata quando è iniziata la relazione con Margherita Zanatta. La loro vicenda mediatico-amorosa è appena terminata. Ma per Andrea Cocco, intervistato dal quotidiano Libero, la questione è ben altra ed ha a che fare con la sua privacy, la sua libertà, la sua persona. “Qualcuno sostiene: hai fatto il Grande Fratello ora non ti puoi sottrarre. Il mio contratto scade il prossimo 31 dicembre. Ma non mi interessa, piuttosto pago la penale ma in televisione a parlare dei fatti miei io non ci vado. E’ quasi obbligatorio che vada alla prima puntata del Grande Fratello 12, il 24 ottobre. Se mi chiedono dei miei amori io sto zitto“.

Il modello italo-giapponese si dice pentito di avere preso parte al Gf: “Ce l’ho con una certa televisione. Quella dell’esasperazione della cronaca nera e quella dei reality. Non mi trovo nel circo mediatico. Non so nemmeno io come ho fatto a fare il Grande Fratello fino alla fine. Avevo intenzione tornare in Italia dopo anni all’estero, però ho perso una cosa molto importante, cioé la mia ex fidanzata Szilvia. Ora capisco come la vita privata possa essere compressa ma è come se il Grande Fratello non avesse mai una fine. Non ho mai staccato. Sono insofferente all’intrusione nella mia sfera privata – ha aggiunto il vincitore dell’ultimo Gf. – Mi ha dato fastidio sentirmi dire ‘adesso fai questo, adesso fai quello’ perché stabilito da contratto“.

Per Cocco, la tv dovrebbe occuparsi soprattutto di politica ed economia, ovvero le cose che realmente contano per la vita di un cittadino. Quanto all’esibizionismo degli ex gieffini, Andrea ritiene che è fine a se stesso e che alla lunga non avrà effetti positivi.