X


Le Iene Show, l’autore Davide Parenti: difficile dirsi di sinistra

Scritto da , il 7 Ottobre, 2011 , in Interviste
le iene

text-align: justify”>le ieneE’ appena ricominciato Le Iene Show ed è stato subito un bel successo in termini di ascolti. A seguire la prima puntata del programma satirico di Italia Uno sono stati mediamente 3.310.000 spettatori, con punte hanno sfiorati i 4 milioni e mezzo. Lo share medio è stato del 14,73%. C’era molta attesa per i nuovi conduttori: Luca Argentero ed Enrico Brignano (nella foto). I due hanno sostituito Luca e Paolo e, francamente, li hanno fatto rimpiangere. Basta leggere gli articoli dei blogger e i commenti dei navigatori per capire come Argentero e Brignano sono stati troppo ingessati (specie il primo). Che non fossero proprio due iene si sapeva già. Se Brignano, col suo monologo, si è un po’ salvato, lo stesso non si può dire del gieffino. Un pesce sulla spiaaggia. Colpa dell’emozione per la prima puntata? Ne dubitiamo, ma staremo a vedere.

Le Iene viene considerato uno dei pochi programmi “di sinistra” della tv italiana, anche se per l’autore, Davide Parenti, è ormai difficile dirsi di sinistra – ha raccontato al quotidiano La Stampa. – Intorno a me è cambiato molto o è rimasto tutto uguale”.

Parenti ha anche parlato della nuova conduzione, che ha lasciato perplessi moltissimi telespettatori delle Iene, come si evince bene dai commenti degli internauti. Luca Argentero ed Enrico Brignano “sono meno iene, ma era necessario un cambiamento. Luca e Paolo erano al vertice della loro carriera dopo il Festival di Sanremo. Rinunciarci è stato difficile – ha spiegato l’autore del programma di Italia Uno. – Ma servivano due volti meno televisivi. Il nostro programma poi se ha avuto un difetto è che non generava situazioni comiche, mentre attorno a noi la televisione normale è fatta di gnocca e risate”.

Parole di stima per Ilary Blasi, ma anche una nota molto polemica sulle altre showgirl. “Ilary è la soubrette più intonsa della televisione, nel senso che quasi tutte le colleghe lavorano per ragioni extraprofessionali. Ha passato questi mesi senza finire mai in alcuna intercettazione telefonica. Per me rappresenta l’elemento di continuità – ha aggiunto Parenti – e nel programma non la esibisco mai”.