X


Manifestazione indignados, Pdl attacca Corradino Mineo di Rainews

Scritto da , il Ottobre 16, 2011 , in Personaggi Tv
corradino mineo

text-align: justify”>corradino mineoRai ancora una volta nella bufera. Il Pdl è infuriato per il modo in cui Corradino Mineo (nella foto) ha trattato la manifestazione di Roma del 15 ottobre. Secondo il partito che appoggia il capo del governo, Rainews avrebbe minimizzato gli episodi di violenza avvenuti nella capitale, allo scopo (evidentemente) di favorire il consenso attorno agli indignados. La nota seguente è firmata da Alessio Butti, capogruppo del Popolo delle Libertà nella Commissione di vigilanza della tv di Stato. “La diretta di oggi (ieri per chi legge, ndr) della manifestazione degli ‘indignados’ di Rainews è inaccettabile e offende la storia della Rai. Mentre scorrono le immagini di devastazioni, di scontri e di guerriglia urbana – si legge nel comunicato stampa – viene fatto di tutto per minimizzare  gli episodi e per dare la sensazione di una manifestazione pacifica, quando di pacifico non ha niente. Cosa diranno adesso Sergio Zavoli e Paolo Garimberti, così solerti nell’intervenire in censure e critiche nei confronti del Tg1 e del direttore Augusto Minzolini? O – conclude la nota – Corradino Mineo gode di immunità aziendale?”.

Ora, cosa c’entra Minzolini con la diretta di Rainews è tutto da capire. Il direttore del Tg1 rischia di essere processato per peculato. Il suo notiziario va a picco negli ascolti. E nonostante ciò è saldamente al suo posto. Mineo e i suoi inviati e redattori, nonostante gli scarsi mezzi a disposizione, stanno facendo un lavoro straordinario e stanno cercando di farlo in modo obiettivo, semmai questa parola abbia ancora un senso nell’informazione. Il giornalista ha commentato in diretta, mentre gli sconti erano ancora in atto, la nota dell’esponente del Pdl. Durissime le parole di Mineo: “Abbiamo raccontato ciò che abbiamo visto (…). Una dichiarazione come la sua che approfitta di un fatto di cronaca – la violenza nel corso di una manifestazione pacifica – per riproporre quella che io ho chiamato la guerra civile simulata, il bipolarismo rissoso all’italiana, questo modo di fare di molti politici, di destra o di sinistra, distrugge l’informazione e – ha detto ancora il direttore di Rainews – è un attentato alla democrazia”.