X


Rai: Garimberti attacca il Tg3, la Berlinguer replica

Scritto da , il Ottobre 27, 2011 , in Personaggi Tv
bianca berlinguer

text-align: justify”>bianca berlinguerUna nuova polemica scuote la Rai. Stavolta a finire sotto accusa è il Tg3. La cosa più paradossale di tutta la vicenda è che non si capisce bene che cosa presidente Paolo Garimberti abbia da ridire sul notiziario diretto da Bianca Berlinguer (nella foto). Il numero di Viale Mazzini sembra volere dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Visto, dunque, che le polemiche hanno riguardato quasi sempre il filo berlusconiano Tg1, stavolta è toccato al tg della terza rete essere bacchettato.

Garimberti, nei giorni scorsi, ha affermato che “esiste un problema Tg3”. Nell’edizione di domenica scorsa, ha affermato il numero uno di Viale Mazzini, “i lanci non erano obiettivi: i commenti non venivano confusi con le notizie”.

Pronta la replica. “Per la prima volta, in due anni di direzione, Garimberti mi ha chiamato per parlare del tg – ha spiegato la Berlinguer. – Mi faceva notare con garbo in due lanci non fossero perfettamente distinguibili la notizia dal commento. Io l’ho ringraziato, e gli ho detto che avrei verificato. Siccome il rilievo è stato discreto, non mi aspettavo che il Tg3 divenisse un problema, per questa ragione ha aggiunto la giornalista – sono rimasta sconcertata”.

Dopo le critiche, la redazione del notiziario ha deciso di pubblicare on line l’intera di domenica scorsa (23 ottobre) e la relativa scaletta. Riesce davvero difficile, se non impossibile, capire a cosa si sia riferito Garimberti.

La Berlinguer è arrabbiatissima perché, “senza volerlo”, il presidente della tv di Stato ha innescato un parallelo tra Tg1 e Tg3 e questo “non posso accettarlo” in quanto “non sono disponibile al gioco di faziosità”.

Tra l’altro, i due telegiornali, dal punto di vista degli ascolti, vanno in maniera nettamente distinta. Il notiziario diretto da Minzolini continua a perdere telespettatori, tanto che il Tg5 vince il confronto diretto della sera sempre più spesso. Il Tg3, invece, guadagna ascolti. Il suo share, nel mese di ottobre, è stato mediamente superiore al 15%.