X


Servizio Pubblico, tutte le tv e i siti web che lo trasmettono

Scritto da , il 30 Ottobre, 2011 , in Programmi Tv
servizio pubblico

text-align: justify”>servizio pubblicoMeno quattro. Ci siamo quasi. L’attesissimo Servizio Pubblico sta per cominciare. Il programma di Michele Santoro ha cambiato nome all’ultimo istante (doveva chiamarsi Servizio Pubblico), ma di certo la modifica non spaventerà, né disorienterà i milioni di fedelissimi. Servizio Pubblico punta sull’integrazione dei media tradizioni e di quelli digitali. Un network di tv locali coprirà per intero (e in chiaro) il territorio nazionale. Questo l’elenco, ricordato da uno pseudo Berlusconi nel video pubblicato sul sito del programma: Telecupole; Videogruppo; Primocanale; Telelombardia; Telenuovo; Antenna 3 NordEst; RTTR; V.G. da Free; Telesanterno, Telereggio; Trc Telemodena; Nuova rete San Marino; DI.TV; Rtv 38;  Umbria Tv; Tv Centro Marche;  T9 Tv; Teleroma 56; Rete 8; Telenorba;  Telecapri; Videocalabria; Antenna Sicilia; Telecostasmeralda. Gli abbonati di Sky potranno seguire il programma sul canale 100, 500 o 504. Anche i navigatori del web hanno ampia possibilità di scelta. Servizio Pubblico sarà infatti trasmesso da quattro siti: quello omonimo del programma di Santoro; quello de Il Fatto Quotidiano; del Corriere della Sera; di Repubblica.

Gli esperimenti fatti con Rai per una notte e Tutti in piedi sono perfettamente riusciti, visto il grande seguito di pubblico. Santoro e i suoi collaboratori (Marco Travaglio, Giulia Innocenzi, Sandro Ruotolo, Vauro…) sono certi di potere fare ancora meglio, nonostante il giovedì, ormai, sia anche il giorno di un ex inviato di Annozero, Corrado Formigli, e della sua Piazzapulita. L’ultima puntata del programma di la7 ha fatto registrare ben 1,8 milioni di telespettatori. Sarà curioso vedere anche come finirà la sfida a distanza tra Santoro e l’ex allievo.

Tornando a Servizio Pubblico. L’associazione ha già raccolto fondi per circa un milione di euro. Altri fondi arrivano dalla raccolta pubblicitaria, che è stata affidata alla Publishare e che prosegue bene. Insomma, l’impressione è che l’obiettivo delle 25 puntate stagionali possa essere ampiamente centrato. Cinque quelle previste per il solo 2011, ma chissà che non possano diventare di più.