X


“Miele”: è in arrivo la fiction contro l’abbandono dei cani

Scritto da , il 22 Dicembre, 2011 , in Serie & Film Tv

text-align: center;”>Miele Fiction Foto

La televisione e il cinema sono pieni di protagonisti a quattro zampe (in foto, ndr) che ci hanno fatto ridere, piangere e riflettere. Il primo cane televisivo è stato Rin Tin Tin, poi Lassie, fino ad arrivare a Rex e Tequila di Tequila e Bonetti. E poi ci sono quelli più cinematografici come Beethoven e i più recenti Marley e Hachiko. Per tutti gli amanti del genere, l’anno prossimo è in arrivo una miniserie in 2 puntate molto interessante, soprattutto per il messaggio che vuole lanciare: ogni anno assistiamo a campagne pubblicitarie contro l’abbandono degli animali, ma sono ancora in tanti, troppi, coloro che prima di partire per le ferie estive lasciano il proprio cane in mezzo ad una strada. Anche questa fiction può contribuire a denunciare questa barbarie. La miniserie (prodotta dalla Dania Film), che vedremo in tv nel 2012 sulla Rai, si chiama Miele e prende il nome proprio dal cane protagonista, un bellissimo labrador alle prese con la cattiveria umana. Il cucciolo è oggetto di maltrattamenti vari da parte dei suoi padroni e il giorno di Ferragosto viene abbandonato, per fortuna viene salvato e riesce anche a collaborare con la giustizia per scovare i suoi proprietari-aguzzini. Una fiction che sicuramente avrà un forte impatto sul pubblico e magari farà cambiare idea chi nella vita ha pensato solo per un momento di abbandonare il proprio animale al suo destino.

La casa di produzione Dania Film sta lavorando proprio in queste settimane anche ad un’altra fiction, Il paese delle piccole piogge. La protagonista è la bellissima Margaret Madè nei panni di una moglie di un potente boss mafioso. L’uomo viene assassinato e lei decide di intraprendere un lungo viaggio in Africa, in Kenya, alla ricerca di una nuova vita, che trova grazie al volontariato presso i bambini e i malati di Aids. Qui incontra un medico (Giorgio Lupano) che aiuta gli indigeni del posto e fra i due ovviamente sboccerà l’amore.