X


Ballando con le stelle: vince Italia’s e Milly dura davvero troppo

Scritto da , il 15 Gennaio, 2012 , in Ascolti Tv
Ballando con le stelle perde la serata

text-align: justify”>Ballando con le stelle perde contro Italia'sLo abbiamo già detto diverse volte. Ma non ci stancheremo mai di ripeterlo. Alla Rai piace farsi del male da sola. Si è conclusa la seconda puntata dello show di Rai1 Ballando con le stelle (qui per il live). L’orologio segnava mezzanotte e quarantasette minuti, quarantanove finché abbiamo aggiornato il post della diretta. E Milly? (Carlucci, in foto, ndr). Non è riuscita neppure ad elimare una coppia dalla gara. Scontro finale (Alex Belli vs Ariadna) rimandato a sabato prossimo. Ma se si chiama finale (scontro finale) ci sarà un motivo, no? Deve essere alla fine, non all’inizio della puntata successiva con una settimana di mezzo e la sfida gettata nell’angolo più remoto del dimenticatoio. Vince la serata di ieri Italia’s Got Talent con Simone Annicchiarico, Belén Rodriguez e la scoppiettante giuria compasta dai tre magi: Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti. Ecco i numeri.

Con 5.266.000 telespettatori Ballando blocca l’asticella dello share al 23,77%. Il competitor su Canale5 con un fresco e intelligente montaggio cattura allo schermo 5.763.000 telespettatori raggiungendo il 25,42% di share. Una vittoria sul filo che però mette in evidenza i punti deboli dello show di Milly Carlucci. Anzitutto è un format usurato. E se quando avevamo provato a farlo notare si era scatenata la bufera, ora forse qualcun altro potrebbbe essere d’accordo con noi. La diretta è infinita, lo show come anticipavamo è rimasto incompiuto e questo non aumenta l’attesa ma la noia. Non è come per le puntate di Beautiful dove il pubblico gode nel vedere interrotto l’episodio di due minuti, comprese le pubblicità, per far crescere l’ansia per il giorno dopo. Qui si tratta di uno show, di adrenalina che viene smorzata. E se al target di Ballando non interessa l’adrenalina che potrebbe provocare, vista l’età, dei problemi al cuore, ancora di più non interessano le maratone in notturna. Ma perché non capiscono che lungo non è bello, quasi mai. Soprattutto se una liturgia come quella della diretta crea dei punti morti dai quali è seriamente difficile risollevarsi; non siamo tutti come Lazzaro. Aggiungete a queste considerazioni il fatto che più la notte diventa cupa e profonda più aumentano gli spettatori di Italia’s e la soluzione è soltanto una: accorciare.

Poi il ballerino per una notte, con tutto il rispetto per Fisichella, o si inventi qualcos’altro da fare oppure che entri in gara direttamente. Allunga il brodo che di per sè è già bello che sciolto. Per il resto che dire. Questi vip sono ancora un po’ ingessati ma se la cavano bene. Qui c’è solo un problema: il format che, se proprio deve essere testardamente riproposto ogni anno come Natale e Pasqua, deve essere snellito; forse questa potrà essere la sua salvezza. Altrimenti buona notte a tutti quanti.