X


Domenica in, Lorella Cuccarini sfrutta l’onda per parlare del naufragio

Scritto da , il 15 Gennaio, 2012 , in Programmi Tv

text-align: center”>Costa Concordia, speciale

Il panorama della domenica pomeriggio si fa sempre più desolante: il contenitore Domenica 5 a causa della crisi economica che sta investendo Mediaset deve rinunciare alla diretta – una condizione che sarebbe stata obbligatoria oggi per parlare del terribile naufragio della nave Costa Concordia – e va in onda in versione registrata, peraltro di venerdì sera. Spariscono i reduci del Grande Fratello, anch’esso ormai del tutto decaduto e in perenne crisi di ascolti, oltre all‘orrido Parpiglia e la mente di Scherzi a parte, Marco Balestri.

Ne approfitta in questo clima di desertificazione televisiva Lorella Cuccarini, la quale sfruttando la diretta può permettersi infiniti collegamenti da Porto Santo Stefano per aggiornamenti sul triste evento del naufragio. A commentare la vicenda in veste di tuttologi i soliti Irene Pivetti, la più giovane Presidente della Camera, e Pierluigi Diaco, il nuovo pupillo di Maurizio Costanzo. Quest’ultimo è il populista del duo: un appello affinchè la verità sul disastro non venga nascosta e non compaiano le consuete associazioni a ricordo delle vittime. Ecco, ora si è inimicato qualcuno.

Nel segmento finale – in realtà nemmeno un quarto d’ora tra edizioni straordinarie del Tg1 e collegamenti con la sciagura – spazio a Roberto Vecchioni, il vincitore di Sanremo 2011 che riesegue per l’ennesima volta Chiamami ancora amore. Una bella canzone davvero ma l’ospitata non risulta chiara, evidentemente il disastro navale ha rivoluzionato la scaletta. Non manca un saluto a Don Antonio Mazzi ricoverato per un problema di salute.Insomma, le due reti ammiraglie non hanno regalato una domenica di svago come la gente meriterebbe – è vero che è successa una calamità non trascurabile, ma prima se ne era occupato abbastanza Massimo Giletti e c’era il Tg1 ad intervenire costantemente – ma per fortuna c’era Victoria Cabello con Quelli che il calcio: tra Claudio Lippi, Benedetta Parodi, Vladimir Luxuria, Jean Claude e Vladimir Luxuria abbiamo assistito a un programma ritrovato nella verve e per nulla sofferente dell’assenza di Simona Ventura. Il miglior spettacolo di intrattenimento della domenica pomeriggio.