X


Il video di Iva Zanicchi per ricordarci che siamo nella m..rda!

Scritto da , il Gennaio 7, 2012 , in Personaggi Tv
iva-zanicchi-video-tagliato-you-tube

text-align: justify”>il video della zanicchiUna Iva Zanicchi (in foto, ndr) come non l’avete mai vista. Dopo il Ti voglio senza amore che le ha regalato dieci minuti da protagonista nel monologo sanremese di Benigni torna a far parlare di sè. Questa volta senza volerlo e su argomenti ancora più delicati. Il video (per vederlo clicca qui) è stato pubblicato ieri 6 gennaio, giorno dedicato alla Befana, su Youtube e in poco tempo ha preso il largo sui social network, facebook e twitter. Povera Iva. A creare tutto questo scalpore il titolo menzognero che l’autore della pubblicazione ha affidato al video (Iva Zanicchi caga in studio); oltre a questo anche il taglio del video che nega agli utenti della rete la possibilità di conoscere l’antefatto e l’epilogo della storia. Per conoscere tutti i particolari bisogna tornare indietro nel tempo, al lontano 5 maggio del 2004 (forse 2001, ma con molta probabilità si tratta dell’edizione del 2000). In onda una puntata di Carramba che fortuna!

Ma a prescindere dai meri dati cronologici sveliamo dove nasce l’equivoco. Ospite di Raffaella Carrà in studio un certo Tony Camo, mestiere ipnotizzatore. Egli afferma di poter spingere la sua preda ad un incontenibile bisogno di urinare, bisogno che porterebbe il malcapitato a farla lì dove capita. Certo non si tratta di un momento alto di televisione, ma da questo gioco a quello che in rete si è detto le cose sono ben diverse (cliccate qui per il video completo che chiarisce tutto). Iva Zanicchi ha semplicemente assecondato il mago nello sketch televisivo.

Ma, forse, l’intento dell’autore (cranfan3) era un altro. In questo periodo di crisi, dove la casta dei politici pensa solo ai suoi affari e l’Italia va a rotoli, con la crisi della banche e i drammi delle famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese, cranfan3 ci voleva ricordare qual è la nostra posizione in questo mosaico così complesso. Nel titolo la risposta. E a voi i commenti per concludere al meglio le festività natalizie.