X


Servizio Pubblico: Santoro bersagliato per l’invito alla Santanché

Scritto da , il Gennaio 14, 2012 , in Programmi Tv Tag:
Daniela Santanché

text-align: justify”>Daniela SantanchéNon sappiamo se qualcuno ha già fatto questo tipo di sondaggio. Ma se così fosse, Daniela Santanché (nella foto) risulterebbe tra i politici italiani più antipatici in assoluto tra i telespettatori. C’è chi, appena la vede, cambia canale. Chi, dopo avere saputo gli ospiti di una trasmissione, decide a priori di guardare altro. Ma Daniela Santanché resta sempre uno dei leader del Pdl e, come tale, proprio non può fare a meno del mezzo televisivo. Poco importa che per molti sia insopportabile; ci saranno certamente anche quelli che ne apprezzano l’indole. Da Ballarò a Porta a Porta, da L’Infedele a Matrix, la Santanché si accomoda ovunque venga invitata. Nessuna paura neanche di Michele Santoro e del giornalista più odiato dai politici italiani: Marco Travaglio. L’altro ieri, a Servizio Pubblico, l’ex sottosegretario l’ha sottolineato – col ghigno – più di una volta.

Sul Fatto Quotidiano Andrea Scanzi si chiede se la Santanché “fa ascolti? Fa dibattito? O fa solo disgusto?” Poi, riferendosi sempre all’esponente del Pdl, spiega: “Rivederla in tv […] ha dato nuovamente prova di come l’intoccabilità (e la santificazione) di cui gode Mario Monti sia figlia di anni e anni in cui nel piccolo schermo c’era (c’era?) questa gente arrogante, volgare e improponibile. E – aggiunge Scanzi – l’abitudine al Disastro è divenuta tale per cui, oggi, qualsiasi cosa appena appena garbata – anche se terribile – ci (gli, vi) sembra non solo accettabile. Ma quasi bella. E, peggio, “giusta””.

Sulla pagina Facebook di Servizio Pubblico, da quando si è saputo della presenza in studio della bella Daniela, i commenti di persone infuriate non si contano più. L’argomento è lo stesso che va avanti da mesi e lo sintetizziamo brevemente:Non abbiamo versato 10 euro a Servizio Pubblico per vedere le facce impresentabili che già dilagano su tutti i canali televisivi. Ci aspettavamo finalmente di vedere e ascoltare gente seria”.

Sempre sul social network Santoro prova a ‘giustificarsi’: “Abbiamo ricevuto delle critiche rispetto ad alcuni ospiti che abbiamo avuto in trasmissione. I vostri commenti e idee sono fondamentali, e dall’inizio di Servizio Pubblico ci hanno aiutato molto a strutturare la nostra linea editoriale. Ai fini del dibattito politico, però – si legge ancora nel messaggiodobbiamo ospitare tutti i punti di vista e i personaggi che fanno parte della cronaca e dell’attualità, proprio perché il confronto sia veramente tale“. Giustificazione vana, perché sembra non avere convinto buona parte dei telespettatori.