X


Ad Italia’s Got Talent la rivincita di Ruben

Scritto da , il Febbraio 5, 2012 , in Programmi Tv Tag:,
De Filippi-Scotti-Zerbi giurati

Sono tanti i concorrenti che si alternano in rapida successione  in ogni puntata di Italia’s Got Talent. Ognuno con la sua storia, col suo piccolo o grande sogno da proporre sotto i riflettori televisivi: e molto spesso, a fare breccia nel cuore del pubblico e dei giurati, è il bagaglio di vita reale che accompagna i giovani e meno giovani sul palcoscenico del talent show di successo targato Canale 5. Senza nulla togliere al giudizio tecnico, da cui non si prescinde per il passaggio del turno, non sono pochi i casi in cui Gerry Scotti, Maria De Filippi e persino il severo Rudy Zerbi, premiano la voglia di emergere di persone umili e tenaci. E’ il caso di Ruben Mendes, ventitreenne romano, metafora della condizione giovanile nella sua lotta per portare a casa una paga: già conosciuto da Maria De Filippi come pizzaiolo con la passione del canto alle selezioni di Amici, Ruben, nel frattempo tornato cameriere per non perdere il lavoro, ha voluto riprovarci sul palco di Italia’Got Talent. Chi la dura la vince, anche perché la voce e l’intonazione rendono gradevole e intensa la performance del ragazzo di Roma.

[imagebrowser id=441]

Se la porta di Amici, vetrina di autentici talenti del canto e del ballo destinati ad ambiziosi traguardi, si era chiusa, quella di IGT sembrava spalancarsi già dalla prima strofa della canzone interpretata. Questo è lo spirito di un programma fatto non di fenomeni, ma di gente normale che ama mettersi in gioco ed affrontare la sfida della notorietà. Due minuti in cui dare tutto, dimostrare a se stessi ed agli altri la propria abilità, sia pure presunta o paradossale. Può essere un caso, ma negli stessi minuti in cui a Ballando con Le Stelle andava di scena la reginetta del Burlesque Immodesty Blaze, una fetta di pubblico almeno equivalente ascoltava le storie di questi ragazzi che difficilmente diventeranno star e per questo incontrano la simpatia generale. Un po’ come Davide Spada, prestigiatore di 21 anni, bravo sia a far sparire gli oggetti nei bussolotti che a scherzare sulle sue passioni (“Mentre mio fratello giocava a pallone, io avevo la scatola del Piccolo Mago!”) e sulle ambizioni future (“Vuoi vivere di questo?”, domandava provocatoriamente la De Filippi).  Si conferma azzeccato, ancora una volta,  il mix di elementi comici, frammenti di puro spettacolo e intermezzi seri o toccanti che rendono Italia’s Got Talent un programma tagliato su misura per il prime time del sabato sera.