X


Chi rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2012? Ell & Nikki per la premiazione

Scritto da , il Febbraio 18, 2012 , in Festival di Sanremo Tag:,
Eurofestival 2012 Baku

text-align: center”>Eurofestival 2012 Baku

La finale tanto attesa del 62° Festival di Sanremo sarà decisamente nel segno dell’Eurovision Song Contest 2012. L’imponente manifestazione canora, a cui l’Italia è tornata a partecipare dopo quasi vent’anni, avrà luogo quest’anno il 22, 24 e 26 maggio a Baku, la capitale dell’Azerbaigian, il paese d’origine dei vincitori dell’ultima edizione, Ell & Nikki. Proprio loro, questa sera, saranno presenti sul palco dell’Ariston, ma, a quanto pare, non per esibirsi: i due annunceranno in diretta il rappresentante all’Eurofestival 2012 per l’Italia. L’anno scorso, lo ricordiamo, la scelta della Rai era ricaduta su Raphael Gualazzi, vincitore della Sezione Giovani di Sanremo 2011, che a Dusseldorf aveva proposto la versione in italiano e in inglese della sua Follia d’amore, classificandosi addirittura al secondo posto, nonostante il brano raffinato e poco commerciale. Pare, invece, che per quest’anno l’organizzazione del Festival abbia pensato di mandarci un artista in gara tra i Big, e, secondo le prime indiscrezioni, sembra anche che Mazzi e Morandi abbiano visto in Chiara Civello la nostra potenziale rappresentante di quest’anno, nonostante l’artista sia già stata eliminata nella serata di ieri sera ed è probabilmente suo il brano peggiore del Festival.  Ed anche quest’anno, la Rai seguirà  l’evento in diretta televisiva (la prima semifinale il 22 Maggio su Rai 5 e la finale il 26 Maggio su Rai 2), nonostante gli scarsissimi ascolti ottenuti dalla puntata mandata in onda l’anno scorso e condotta da Raffaella Carrà.

[imagebrowser id=844]

Secondo altri, invece, la scelta potrebbe ricadere su Dolcenera, pronta ad invadere tutte le radio con la sua Ci vediamo a casa. Molti, invece, vorrebbero Nina Zilli, che al Festival ha uno dei brani più belli, Per sempre, scritta insieme a Roberto Casalino: sembra comunque assodato che, quest’anno, il nostro rappresentante non sarà scelto tra i giovani. E menomale.