X


Laura Pausini: l’Inedito World Tour si ferma per due settimane

Scritto da , il Marzo 7, 2012 , in Personaggi Tv Tag:
Laura Pausini concerto

text-align: center;”>Laura Pausini concerto

La morte di Matteo Armellini è stata un duro colpo per Laura Pausini e per il suo staff, che hanno perso non solo un valido collaborator ma soprattutto un amico. E così, proprio in segno di rispetto nei suoi riguardi, il tour di Laura Pausini è stato stoppato per due settimane. Niente più date fino al 18 marzo, data in cui la cantante romagnola si esibirà a Firenze. Tutte le date verranno recuperate in estate ed i biglietti già acquistati rimarranno validi per i nuovi spettacoli.

A comunicare l’interruzione del tour è stata la società organizzatrice dei concerti, la F&P Group, con questo comunicato: “Nel rispetto del lutto per Matteo Armellini stop per due settimane all’Inedito World Tour di Laura Pausini. Laura Pausini, i musicisti, i tecnici e tutto lo staff  hanno valutato di non poter proseguire con il lavoro perché profondamente colpiti dalla scomparsa del collega e amico Matteo”

[imagebrowser id=1363]

Di sicuro la Pausini non intende tornare ad esibirsi al Palacalafiore di Reggio Calabria, dove si è consumata la tragedia: quel posto ormai è solo portatore di brutti ricordi e i fan di Laura potranno vederla all’aperto ed in un luogo più sicuro. Da prime indagini effettuate, infatti, è emerso che il palazzetto di Reggio Calabria avrebbe solo una parziale agibilità e che finora sarebbe stato possibile dare luogo a spettacoli solo grazie a delle deroghe del sindaco.

Sempre il sindaco, fa sapere la Prefettura di Reggio Calabria, avrebbe dovuto interpellare la commissione provinciale di vigilanza per i locali di pubblico spettacolo, necessaria quando si devono mettere in scena eventi che interessano più di 5mila persone, proprio come nel caso del concerto della Pausini.

Mentre le condizioni dei due operai rimasti coinvolti insieme ad Armellini migliorano, si aspettano le perizie tecniche per fare luce sulla dinamica dell’incidente: al momento l’ipotesi più accreditata è quella di un cedimento della struttura reticolare che avvolgeva il perimetro del palco, che in pochi attimi è diventato scenario di morte e non di gioia come dovrebbe essere.