X


A Che tempo che fa Casini elogia il premier Monti e Del Piero dice addio ai tifosi

Scritto da , il 30 Aprile, 2012 , in Programmi Tv

text-align: center”>Che tempo che fa ospiti Casini e Del Piero

Non si ferma il dibattito politico italiano, nemmeno nel ponte del Primo Maggio: d’altronde i temi sul piatto sono talmente tanti che ogni occasione è buona per i nostri leader per puntualizzare la propria posizione. Nella puntata di ieri di Che tempo che fa, il programma di approfondimento condotto da Fabio Fazio con la partecipazione di Filippa Lagerback, il leader del Terzo Polo e Presidente dell’Udc Pierferdinando Casini ha ribadito il suo sostegno incondizionato al governo tecnico: la forza politica centrista è stata la più convinta promotrice dell’operazione Monti, insieme al Partito democratico di Bersani. Tanto convinta che Casini non esita a confermare la sua fiducia, specificando addirittura che sosterrebbe una candidatura di Mario Monti anche dopo il 2013, quando scadrà il mandato e si dovrà tornare alle urne.

Voglio Monti anche dopo Monti” ha affermato il leader dell’Udc intervistato da Fazio: si dice convinto che si andra’ ad elezioni “a scadenza“, cioe’ il prossimo anno, e non ad ottobre, come paventato in settimana anche da Silvio Berlusconi, che si è detto preoccupato che elezioni anticipate possano favorire lo schieramento di centrosinistra. “Chi pensa ad elezioni in autunno – ha detto Casini – non ha il coraggio di dirlo e di farlo“: è questo un chiaro riferimento all’ex premier Berlusconi, da cui il leader terzopolista prende le distanze, elogiando invece il segretario del Pd. “Bersani e’ una persona seria, avrebbe potuto vincere le elezioni ma ha accettato il Governo Monti. Con Berlusconi – commenta l’ex Presidente della Camera – abbiamo strade diverse da anni“.

[imagebrowser id=2966]

Nell’ultima parte della trasmissione Fabio Fazio ha intervistato il capitano della Juventus Alessandro Del Piero, che ha presentato il suo libro, la biografia Giochiamo ancora, edito da Mondadori. A 37 anni compiuti, Del Piero ha spiegato che cosa significa essere una bandiera: “E’ soprattutto una grande responsabilità, oltre che un onore“. Ha raccontato i valori umani e sportivi maturati nella sua lunga carriera, ricordando l’imbarazzo di mostrare ai genitori i frutti dei primi guadagni e gli aneddoti che lo hanno visto protagonista insieme alla famiglia per sfuggire alla popolarità. E poi la dichiarazione che rattristerà tutti i tifosi bianconeri: alla domanda di Fazio sul match del 20 maggio col Napoli in Coppa Italia, il capitano ha confermato che sarà l’ultimo della sua carriera. “Ad oggi, per come stanno le cose, sarà la mia ultima partita, perché il contratto scade a giugno. Però preferisco pensare al presente. (…) L’affetto che i tifosi mi dimostrano quotidianamente è incredibile. Poi quello che avverrà, avverrà. Oggi è un momento talmente delicato e bello, non è da confondere con altre cose“. A mitigare la tristezza c’è la speranza di vincere il Campionato, a maggior ragione dopo la vittoria di ieri contro il Novara: “Pensare allo scudetto mette i brividi, oggi abbiamo fatto un altro bel passo importante. Dobbiamo essere cinici e determinati, non dobbiamo perdere questo momento perché le insidie sono sempre dietro l’angolo. Ci auguriamo davvero di far qualcosa d’incredibile“.