X


Benvenuti a tavola-Nord vs Sud: il 12 aprile arrivano Giorgio Tirabassi e Fabrizio Bentivoglio

Scritto da , il 6 Aprile, 2012 , in Programmi Tv
fabrizio bentivoglio e giorgio tirabassi

text-align: justify”>fabrizio bentivoglio e giorgio tirabassiIl titolo già parla chiaro: “Benvenuti a tavola-Nord vs Sud”. E’ una sfida fra i fornelli, a colpi di specialità gastronomiche meridionali e settentrionali. Il risotto allo zafferano contro la spigola al guazzetto, per dirne una. A chi andrà il trionfo? Per scoprirlo, non resta che piazzarsi davanti alla tv il prossimo 12 aprile e sintonizzarsi su Canale 5: perché finalmente debutterà l’originale fiction con Giorgio Tirabassi e Fabrizio Bentivoglio, entrambi nelle inedite vesti di chef. Il primo arriva da Milano, il secondo è del Cilento, determinato a diffondere i sapori del Sud in tuttala Lombardia. Del cast fanno parte anche Lorenza Indovina, Debora Villa, Antonio Catania, Teresa Mannino e Umberto Orsini.

Il produttore è il vulcanico Pietro Valsecchi, capo della Taodue: “L’idea – spiega –  nasce da lontano: mio padre si salvò dal campo di concentramento di Dachau perché faceva il cuoco. La fiction è basata sulla cucina, luogo creativo per eccellenza, ma fa pensare anche a cosa mangiamo, affrontando il tema della contraffazione”. In tutto saranno sedici puntate trasmesse in otto serate. Per interpretare al meglio i rispettivi personaggi, Tirabassi e Bentivoglio hanno dovuto realmente cimentarsi con l’arte culinaria, assistiti da una squadra di chef professionisti che compaiono anche davanti alla cinepresa nelle vesti di guest star.

[imagebrowser id=2344]

Bentivoglio è soddisfattissimo: “Negli ultimi anni mi hanno chiesto sempre personaggi in fase terminale, moribondi, depressi. Questa era l’occasione per un ruolo completamente diverso, che in genere si affida ad Abatantuono, leggero, un uomo ‘a petto in fuori”. Tirabassi, da parte sua, nutriva qualche scetticismo nei confronti della semplicità della storia, “invece è proprio quella la chiave che trascina la serie. L’obiettivo, non facile, è mettere tutta la famiglia insieme davanti alla tv”. Sarà raggiunto?