X


Grande Fratello: Televoto pilotato dai call-center. A lanciare l’allarme è Alfonso Signorini

Scritto da , il 5 Aprile, 2012 , in Personaggi Tv

text-align: center”>Grande Fratello: televoto pilotato

Che ci siano polemiche sull’esito di un televoto, in ambito reality, è cosa nota. Ma che le polemiche provengano da un addetto ai lavori, beh, questo deve indurci a riflettere. Nella fattispecie, la vittoria di una certa Sabrina Mbarek al termine della dodicesima edizione  del Grande Fratello ha suscitato non poche perplessità da parte del pubblico da casa e non solo. Da giorni, infatti, sul web circolano voci sul presunto “intervento” di uno sceicco, amico di famiglia della bella studentessa universitaria. Insinuazioni che, addirittura, hanno investito la conduttrice del programma Alessia Marcuzzi, più volte  accusata, tramite Facebook, di aver condizionato le sorti del reality, facendo sì che un determinato concorrente prevalesse sugli altri, indipendentemente dal volere popolare.

Ora però, le perplessità sembrano provenire proprio da uno che il Grande Fratello l’ha vissuto dall’interno dello studio, in qualità di opinionista. Stiamo parlando di Alfonso Signorini, ex direttore di Tv Sorrisi e Canzoni, che, in una lunga intervista rilasciata al settimanale Panorama, si è rivelato estremamente scettico rispetto all’esito del televoto che ha decretato la vittoria di Sabrina Mbarek. Secondo Signorini, infatti, la ragazza di origini tunisine avrebbe goduto del sostegno dei call-center, riuscendo così a raggiungere l’ambito traguardo. Al noto giornalista, infatti, pare inverosimile che il pubblico da casa possa aver preferito far accedere alla finale un’anonima Martina o un insignificante Franco, odiati dal pubblico, a discapito di Ilenia, la più amata dal web. Ma, al contempo, precisa tutto è frutto di un televoto ed io non ho motivo di dubitarne, perché c’è un notaio che fa fede e annota che tutto avvenga nel modo più corretto. [imagebrowser id=2320]

Ciononostante, secondo l’ex direttore di Tv Sorrisi e Canzoni sarebbe ora e tempo che ci si organizzasse per fare in modo che i call center non si intromettano nell’esito di una votazione finale. Signorini, infatti, non ha problemi a rivelare che, a suo avviso, ci sia stato qualche call-center di troppo, altrimenti non si spiegherebbe per quale motivo alcuni concorrenti con un fan club di 80.000 persone siano usciti sconfitti dallo scontro con altri sostenuti da soli 10.000 fan. La matematica non è un’opinione, dichiara.

Ciò che davvero risulta assurdo per il noto giornalista è la discrepanza esistente tra pubblico in studio, specchio di quello a casa, e televoto. Coloro i quali  assistono al programma dal vivo, spiega, non sono condizionati da animatori di studio ma si comportano liberamente, sono dei partigiani, dei faziosi incredibili, e sono il termometro del gusto del pubblico. Di conseguenza, Signorini non si spiega come una Gaia, costantemente osannata dal pubblico in studio, perda al televoto con una Sabrina, da sempre accolta con freddezza.

Che questa sia la prova definitiva di come i reality show siano tutti truccati?