X


Luca Jurman difende Valerio Scanu tramite Facebook: “Ha sbagliato, ma è un talento e non deve smettere di cantare”

Scritto da , il Aprile 30, 2012 , in Personaggi Tv Tag:,

text-align: justify”>Luca JurmanTutti gli spettatori di Amici lo ricorderanno: Luca Jurman, il vocal coach per eccellenza all’interno della scuola, aveva infatti preso sotto le sue ali alcuni degli allievi che lui riteneva più ‘propensi’ al canto, e tra questi – non a caso – non mancano ben tre dei Big che stanno partecipando al programma durante questa nuova edizione. Mica male, considerando che il periodo di permanenza di Jurman all’interno della scuola è stato limitato a pochi anni. Tra i suoi ‘pupilli’ troviamo infatti Alessandra Amoroso, Marco Carta e Valerio Scanu, ma lo scorso anno prese le difese anche di Virginio Simonelli, seppure poi il cantautore preferì passare sotto le cure del Maestro Pino Perris.

Ma Luca Jurman non sembra avere un bel rapporto con il programma di Canale5, e ha più volte espresso le sue critiche anche tramite la propria pagina Facebook, oltre ad essersene andato pubblicamente dalla trasmissione durante lo scorso anno; come afferma lui stesso, questo non avrà fatto molto piacere alla produzione. Numerosi sono i motivi che lo spingono quindi a dare il proprio parere su un programma che, a suo dire, “E’ nato con obiettivi diversi rispetto a quelli di oggi”. Cosa che, in fondo, non è l’unico a credere. L’evoluzione di Amici è uno degli argomenti che va più di modo nell’ultimo periodo, dato l’inizio della fase serale (che terminerà con due puntate in diretta dall’Arena di Verona il 19 e 20 Maggio): le cause sembrano richiamare il volere di avvicinarsi più a uno show – data la nuova collocazione settimanale – e per questo la caratteristica del talent viene fortemente indebolita.

Ma il motivo per cui è tornato a far sentire la propria voce negli ultimi giorni non mira a giudicare il programma, così come aveva fatto in precedenza: Jurman ha infatti voluto difendere pubblicamente Valerio Scanu, eliminato almeno temporaneamente dal circuito dei Big, in attesa del ripescaggio che lo vedrà competere sabato prossimo con Antonino Spadaccino e Annalisa Perrone. Ma come si è espresso Luca Jurman nei suoi confronti?

[imagebrowser id=2972]

E’ vero che Valerio purtroppo non si è esibito in performances di rilievo come è successo in precedenza e come speravo, è anche vero che alcune scelte (aldilà di chi le ha fatte) non sono state proprio “geniali”, è altresì vero che uno dei temi principali che ho trattato con lui prima della sua decisione di rientrare in tv era proprio il dover cambiare rotta, soprattutto non avallavo assolutamente il suo rientro, proprio perché sentivo che non poteva essere adatto a lui! […] Ha preso una decisione completamente errata (sempre dal mio punto di vista), ha sbagliato molte cose, tantissime direi, e questo è indubbio, ma dire che Valerio Scanu non ha talento musicale… davanti a cotanta eresia non mi restano che due cose da fare o alzare le mani in segno di arresa oppure… fare quello che ho sempre dovuto fare, combattere per il talento, combattere l’ignoranza musicale. Valerio deve cambiare molte cose, atteggiamento, scelte, forse anche persone intorno, un talento deve a volte percorrere strade più difficili e piene di ostacoli, continuare quella “gavetta” di cui tanto si parla e poco si fa, cercare di crescere per diventare forte nell’esprimere sempre di più la propria arte per donare emozioni. Valerio deve fare tante cose, forse troppe in questo momento, ma l’unica cosa che non deve fare è smettere di cantare!

Una vera e propria difesa, dunque, a cui si unisce anche una piccola ammonizione riguardo alle sue scelte e al suo comportamento, dando alle parole di Luca Jurman il tono di quella ‘critica costruttiva’ che spesso – secondo alcuni – non viene utilizzata all’interno del programma. Valerio è infatti caduto in una serie di botta e risposta con il critico Mauro Coruzzi che, smessi per l’occasione i panni di Platinette, è tornato anche quest’anno in studio e siede tra i componenti della giuria tecnica. Secondo lo stesso Coruzzi i suoi giudizi non sono mirati ad alzare le critiche, né derivano da antipatie nei confronti del ragazzo: “Ho semplicemente ascoltato il suo cd e non mi è piaciuto”, ha affermato. Valerio, da parte sua, potrebbe incassare in silenzio i colpi inferti, ma il problema è che non riesce a non esprimere il proprio parere alle critiche subite, arrivando così a contrattaccare: ormai i suoi fan lo conoscono e sanno benissimo che non è tipo da assumere i panni di vittima, tanto da ricadere spesso in un atteggiamento considerato da molti arrogante.

Zio Jurman – così come l’aveva soprannominato Alessandra Amoroso – è comunque dalla sua parte e, invitandolo a cambiare atteggiamento e scelte, lo incita a non mollare il suo sogno.