X


Sanremo 2013 con Lorella Cuccarini, Geppi Cucciari, Vladimir Luxuria e Virginia Raffaele. Per un Festival senza farfalline

Scritto da , il 11 Aprile, 2012 , in Festival di Sanremo

text-align: center”>Cuccarini, Sanremo 2013 per lei?

Fantatelevisione, ma non troppo. A pochi mesi dalla chiusura del sipario sul Festival di Sanremo 2012 condotto per la seconda volta consecutiva da Gianni Morandi, la struttura Rai Intrattenimento guidata da Giancarlo Leone tra poco dovrà iniziare a definire la mappatura del genoma della prossima edizione della kermesse canora, a partire dalla conduzione. Quasi sicuramente il gran cerimoniere dell’anno venturo non sarà Carlo Conti, dal momento che secondo Tv, sorrisi e canzoni l’abbronzato presentatore sarà al timone della versione italica di The Voice, per non parlare dell’impegno quotidiano con il quiz L’eredità.

Esclusa per il momento l’ipotesi di richiamare Paolo Bonolis, per ripetere i gloriosi  fasti del 2005 e del 2009: difficilmente Mediaset concederà il prestito. Quindi in viale Mazzini si punterà sulle risorse interne della rete, che sicuramente non mancano. Per esempio si potrebbe partire da colei che da due anni conduce l’appendice del Festival di Sanremo: come dite, il Dopofestival non si tiene più da anni? In realtà ci riferivamo alla puntata post-sanremese di Domenica in, nella quale i cantanti – per contratto – ripropongono anche se in playback il brano proposto durante la gara.

E Lorella Cuccarini – titolare di quello spazio – torna ad essere la più amata dagli Italiani quando si occupa di ciò che le piace di più, ovvero la musica, mentre risulta difficile per i nostalgici del varietà vederla alle prese con l’infotainment. Lorella ha già co-condotto (ma si usava già allora questa parola?) all’Ariston al fianco di Pippo Baudo nel 1993, prendendovi poi parte come cantante due anni dopo con Un altro amore no. Da presentatrice assoluta della manifestazione farebbe faville – l’ideale sarebbe rispolverare qualche balletto storico – ma sarebbe scortese lasciarla sola come Antonella Clerici nel 2010, così abbiamo pensato a tre ottime spalle, tutte donne.

[imagebrowser id = 2472]

La prima è Geppi Cucciari, che ha stupito tutti nella serata finale del Festival di Sanremo grazie alla sua straripante simpatia e verve: la comica sarda a furor di popolo era desiderata come conduttrice della prossima edizione della kermesse  – e lei stessa ha fatto sapere che ci andrebbe di corsa nel caso in cui la chiamassero – ma a nostro parere necessita di un contraltare più istituzionale come Lorella. E poi sarebbe strano vederla da sola presentare un Albano con aria cerimoniosa (le case discografiche non sono favorevoli all’ironia sui cantanti in gara, motivo per cui Giancarlo Magalli se n’è sempre tenuto lontano).

Gli ultimi due nomi sono delle piacevoli sorprese della nostra televisione recente: Vladimir Luxuria è la rivelazione dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi, dimostrandosi molto più in palla del conduttore Nicola Savino e non a caso molti telespettatori per l’anno prossimo vorrebbero il veejay in Honduras e l’ex parlamentare in studio. E come ciliegina sulla torta sarebbe ora che all’Ariston debutti Virginia Raffaele: scoperta da Victoria Cabello, le sue imitazioni della criminologa Roberta Bruzzone, della cantante Ornella Vanoni e soprattutto di Belen Rodriguez fanno schiattare dalle risate. Secondo voi un poker del genere sarebbe all’altezza dell’evento?