X


Servizio Pubblico del 26 aprile, L’Italia suicida

Scritto da , il 27 Aprile, 2012 , in Programmi Tv
foto servizio pubblico con michele santoro

text-align: center”>foto servizio pubblico con michele santoro

Uscire o meno dall’Euro è stata la tematica affrontata ieri sera a Servizio Pubblico come vi abbiamo raccontato nella nostra diretta in cui potete rivedere i video e i momenti salienti della serata in cui è prevalsa una forma di rivendicazione forte e incisiva. Un vero e proprio processo alle intenzioni che probabilmente rappresenta il male italiano per eccellenza con i partiti politici sempre più litigiosi, che apparentemente si rendono conto del baratro ad un passo ma continuano a commettere gli stessi errori per la brama di potere.

Ieri sera è stato mandato un servizio in cui veniva affrontata in maniera diretta la tematica dei suicidi parte degli imprenditori, che sta facendo da sfondo a questa crisi che produce sempre più povertà e scontentezza (come quella del ’29 come ha detto Rampini da New York). Una vera e propria crisi esistenziale, non solo economica, e ce l’hanno raccontata la miseria e la lotta alla sopravvivenza di molti che cercano di tirare la cinghia per arrivare in modo indenne a fine mese. Ma il quesito è soltanto uno: se gli italiani con poco riescon oa tirare questa fantomatica cinghia, perché nonc i riescono i politici che invece hanno sempre di più e lo sperperano davanti agli occhi schifati della cittadinanza? E soprattutto perché nessuno fa niente davanti questo scempio che è diventato una sorta di tabù, dogma?

[imagebrowser id=2899]

In questo terreno di disapprovazione e forte malcontento Beppe Grillo, vero e proprio fenomeno mediatico ( e non solo) sta guadagnando sempre più consensi per un ritorno alla semplicità e alla sostenibilità, principi che predica ormai da anni nei suoi spettacoli e nei suoi comizi e attraverso il suo linguaggio colorito dice esattamente le cose come stanno, fornendo una lucetta al di là dal tunnel che “non è un tir pronto a travolgerci” tornando su una delle sue esilaranti battute.

L’aria di cambiamento è palese, e la politica di austerità sta veramente portando all’esaspearazione migliaia di Italiani. Colpa della Germani e dell’Euro, come sentenziava una ironica-fumettistica Mussolini? Sicuramente colpa nostra che prendiamo dall’esterno solo il peggio infatti perché non copiare la politica sociale attuata in Germania in cui comunque c’è una vivibilità e una sostenibilità senza precedenti? Ovvio, siamo in Italia…l’Italia suicida della corruzione e il malaffare…la soluzione è davanti gli occhi di tutti ma nessuno ha il coraggio di toccare determinati tabù, neanche il Governo apparentemente apolitico dei tecnocrati!