X


“Titanic – Nascita di una leggenda”, soltanto 3 mln per la seconda puntata: il riassunto

Scritto da , il Aprile 30, 2012 , in Serie & Film Tv Tag:
foto serie tv titanic nascita di una leggenda

text-align: center”>foto serie tv titanic nascita di una leggenda

La seconda puntata della fiction realizzata da una coproduzione internazionale Titanic – Nascita di una leggenda, diretta dal regista Ciaran Donnelly, interpretata tra gli altri da Alessandra Mastronardi (Sofia Silvestri), Kevin Zegers (Mark Muir), Derek Jacobi (Lord Pirrie)Massimo Ghini (Pietro Silvestri), Valentina Corti (Violetta Silvestri), Edoardo Leo (Andrea Valle) e Chris Noth (JP Morgan) è andata in onda su Rai Uno ieri sera. La serie tv è crollata negli ascolti, raccogliendo soltanto 3.095.000 telespettatori per uno share del 12.51%.

Ecco quanto accaduto nella seconda puntata (qui il riassunto della prima).

Dopo aver detto chiaramente di no ad Andrea che voleva sposarla, Sofia deve fare i conti con il malumore di suo padre Pietro, il quale ha preso in simpatia il giovane e vorrebbe sistemare la figlia. Egli non sa che la copista si sta sentimentalmente legando a Mark Muir, il quale deve fare i conti con l’arrivo improvviso di suo padre Sean. Decide pertanto di affittare una stanza, destando la meraviglia nell’anziano genitore dedito all’alcool, vissuto in solitudine e riluttante nei confronti della generosità di suo figlio. Per l’ingegnere è arrivato il momento di prendersene cura. Intanto c’è un’altra ombra che segue Mark, e Sean sa bene di chi si tratta. Sul luogo di lavoro prosegue la collaborazione tra Sofia e Mark: la donna è molto attratta dal suo superiore soprattutto perchè ha un modo di fare totalmente diverso da quello degli altri dirigenti. Egli mostra un grande interesse nei suoi confronti e anche per quanto riguarda le proteste degli operai.

[imagebrowser id=2961]

Ma non tutto può andare ovviamente liscio. Emily parla con Sofia e l’avverte: è difficile che tra lei e l’ingegnere possa nascere qualcosa perchè appartengono a due ceti sociali differenti e anche perchè le tensioni sul lavoro si fanno sempre più aspre. Pietro, ignaro di tutto questo, incoraggia Andrea a non rinunciare alla ragazza, facendo sorprendere persino la figlia più giovane, Violetta, che non sembra proprio capire i motivi di tanta insistenza. E così, quando Pietro riprende il discorso del matrimonio, Sofia si intestardisce e dice ancora di no. Nel frattempo in città le cose vanno sempre peggio. Gli operai, supportati dai sindacati appena nati, scendono in strada a manifestare pacificamente. Il meno preoccupato è proprio Lord Pirrie, il quale propende per il dialogo con i propri impiegati, mentre gli altri padroni fanno intervenire l’Esercito Inglese per reprimere la marcia. Il timore è che questa sia legata a discorsi religiosi e non solo politici. All’improvviso succede il finimondo. La manifestazione viene deviata nella zona più cattolica della città, dove viene accusata di essere una dimostrazione dei protestanti contro il potere del cattolici. Ne nascono scontri e incidenti che sfociano in una violenza inaudita. Mentre Mark ha solo assistito alla marcia, Sofia è tra i manifestanti assieme a Emily e Conor MacCann. L’Esercito spara sulla folla, e il marito di Emily, Walter Hill, viene ucciso dai militari.

A quel punto l’intervento di Mark è necessario e l’uomo riesce a trarre in salvo Sofia appena in tempo. Andrea, invece, viene soltanto ferito e ripara in casa dei Silvestri, dove viene curato tra l’imbarazzo generale. La morte dell’insegnante ha lasciato tutti di stucco e gli operai sono ancora più furibondi di prima, soprattutto quelli della Harland & Wolff, costruttrice del Titanic. Larkin, capo dei sindacati, abbandona la città, mentre Lord Pirrie, accusando del violento accaduto il magnate Henry Carlton, decide di trovare un’intesa con il leader del movimento dei lavoratori Michael MacCann. Poi si reca da Emily per tentare di aiutarla economicamente, ma riesce a destare soltanto lo sdegno della donna che fraintende le sue intenzioni. Mark, intanto, scopre che l’acciaio della nave trattiene delle impurità, dovute al processo di fusione. Ma questo non sembra sufficiente per contrastare le normative sul materiale e l’ingegnere non sa come farsi valere con il progettista capo Thomas Andrews. Finalmente i suoi esperimenti vengono presi in considerazione e tra i due si comincia a instaurare un reciproco rappporto di stima. A questa lieta notizia si aggiunge quella dell’incontro con Sofia in un parco. I due si baciano appassionamente ma di nuovo il pericolo è in agguato. Mentre è con suo padre, Mark viene aggredito da Bernard Doyle, l’uomo misterioso che lo seguiva da tempo e che lo accusa di aver causato la morte di parto di sua figlia Siobhan.

La terza puntata andrà in onda il 6 maggio alle 21,10 su Rai Uno.