X


Ballarò, anticipazioni 22 Maggio: tra paura e speranza, l’Italia nella Terza Repubblica

Scritto da , il 22 Maggio, 2012 , in Programmi Tv
Ballarò, con Crozza e Floris

text-align: justify”>Ballarò, con Crozza e FlorisUn terremoto virtuale aveva già sconvolto la politica italiana, nel primo turno delle elezioni amministrative del 6 e 7 Maggio 2012. Adesso che i ballottaggi hanno completato l’opera di disarticolazione del sistema partitico italiano, mandando ko alcuni partiti della vecchia maggioranza di governo e ridimensionandone altri, è compito della classe dirigente nazionale pensare alla ricostruzione di un intero sistema. Un sisma tutt’altro che metaforico ha invece colpito una parte del territorio italiano, portando morte e distruzione nel cuore dell’Emilia Romagna, da Bologna a Ferrara fino a Modena ma con conseguenze in tutta la regione: sono 7 le vittime accertate fino ad oggi, in un territorio flagellato da un evento capace di seminare panico tra migliaia di cittadini (più di 5 mila sfollati attendono con angoscia la fine dell’emergenza). Se l’Emilia trema per le scosse sismiche, il resto dell’Italia continua a soffrire per l’aggravarsi della crisi economica, dramma rispetto al quale inconsistente è apparsa la risposta dell’attuale classe politica.

[imagebrowser id=3419]

Tra i tanti motivi della vittoria del MoVimento 5 Stelle, vi è sicuramente la perdita di credibilità dei principali partiti, ciascuno dei quali ha avuto tempo e modo di cimentarsi con l’esperienza di governo, senza mai rispondere pienamente alle attese del proprio elettorato: ad uscire semi-distrutto da questa tornata elettorale terminata coi ballottaggi di ieri è sicuramente il Pdl di Alfano e Berlusconi, trincerati al momento dietro un imbarazzato silenzio (che forse prelude al prossimo “big bang” del centro-destra). Beppe Grillo continua la sua avanzata, forte della conquista di ben 4 comuni dove si insedieranno sindaci a 5 Stelle, con un percorso trionfale che non potrà che culminare nello sbarco in Parlamento. Nella puntata di stasera, Giovanni Floris ospiterà il sindaco di Firenze (con ambizioni da leader nazionale del centro-sinistra) Matteo Renzi, il Vicepresidente della Camera ed esponente del Pdl Maurizio Lupi, l’ex direttore de L’Unità Concita De Gregorio e l’attuale direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti, per fare il punto sul nuovo quadro politico dopo il responso delle urne.

Il dibattito nello studio di Ballarò si allargherà ai temi economici e sociali, col contributo del Presidente dell’Istat Enrico Giovannini, dell’ex Amministratore Delegato della Fiat (attuale Presidente della Fondazione Italia-Cina) Cesare Romiti e del viceministro dell’Economia e delle Finanze Vittorio Grilli, quest’ultimo chiamato ad illustrare le ricette anti-crisi del governo Monti. La satira di Maurizio Crozza ed i sondaggi di Nando Pagnoncelli forniranno ulteriori spunti alla discussione, in una serata dove non mancheranno aggiornamenti sugli ultimi tragici eventi di cronaca.