X


Nesta lascia il Milan: per lui un futuro a stelle e strisce?

Scritto da , il 10 Maggio, 2012 , in Personaggi Tv
Nesta saluta il Milan

text-align: justify”>Nesta saluta il MilanLa carriera di Alessandro Nesta è giunta quasi al capolinea, ma non sarà con la maglia rossonera che l’ex pilastro difensivo della Nazionale saluterà il calcio. A 36 anni, per un difensore dotato tecnicamente e fisicamente come pochi altri, è ancora possibile trovare mercato e per questo il centrale rossonero ha voglia di tornare leader: la spietata concorrenza per il posto da titolare da una parte, i frenetici ritmi di allenamento dall’altra, hanno spinto Nesta a chiedere di cambiare aria, senza comunque particolare acredine nei confronti della società di via Turati. Un divorzio consensuale, quello tra il difensore romano e il Milan, che permette al primo di intraprendere una nuova avventura probabilmente all’estero e alla squadra di Allegri (o di chi ne erediterà il posto) di completare il rinnovamento della rosa. Stando alle indiscrezioni raccolte dal Correre della Sera.it, il motivo principale di tale decisione sarebbe la voglia di avere una maglia da titolare senza fare i conti con panchina e turn-over: i 10 anni in rossonero hanno regalato all’ex capitano della Lazio tante soddisfazioni, tra cui 2 scudetti e altrettante Champions League, ma adesso evidentemente il pensiero è di chiudere la carriera in bellezza.[imagebrowser id=3193]

L’ipotesi più accreditata, al momento, sembra quella di un trasferimento negli Stati Uniti, dove le grandi stelle del campionato italiano sono richiestissime, anche per fare da “chioccia” ai giovani calciatori americani. Per quanto riguarda il Milan, il reparto difensivo sarà comunque da puntellare, magari con qualche elemento d’esperienza da affiancare a Thiago Silva o a Mexes (sempre che il primo dei due non confermi le voci di rottura con la società). L’eliminazione dalla Champions League e la rincorsa fallita al primo posto in campionato (con l’onta della sconfitta decisiva nel derby), hanno imposto una riflessione nell’ambiente rossonero, ma le ambizioni del Milan restano inalterate: competere su più fronti è un imperativo che varrà anche nella prossima stagione, con o senza Allegri.

Per i tifosi milanisti, ad ogni modo, con la partenza di Nesta verrà meno un’altra colonna, nel ruolo che fu di Franco Baresi per quasi vent’anni e che adesso dovrà trovare un altro degno interprete, costi quel che costi. Il pubblico di San Siro, abituato agli anticipi eleganti ed alle discese palla al piede di fuoriclasse della difesa, mal sopporterebbe un reparto arretrato scricchiolante ed insicuro: dove pescherà la dirigenza milanista per trovare il nuovo Nesta? Chi sbaglia mossa, nella lotta per il primato in Italia e in Europa, paga un prezzo altissimo.