X


Arisa: lascio tutto e vado a Manhattan a fare la truccatrice. Intanto parla nel film di Besson e prepara X Factor

Scritto da , il Giugno 2, 2012 , in Personaggi Tv
arisa va a manhattan

text-align: justify”>arisa va a manhattanFino a un paio di anni fa, per il pubblico era solo un’occhialuta ragazza con un curriculum pieno solo di stupide canzonette. Oggi, l’Arisa dei record è una cantante raffinata con un look ricercato e un’agenda fitta di impegni. Troppi. 8 concerti a settimana, un secondo libro da scrivere, un personaggio da doppiare in un film di Luc Besson (Monster in Paris), una nuova stagione di X Factor e perfino una mostra di quadri da organizzare.

“Lo dico ogni giorno al mio manager, ad Aprile 2013 mi trasferisco a Manhattan. Farò la truccatrice o la cantante di strada” si legge in una dichiarazione rilasciata dalla cantante a Tv Sorrisi e Canzoni.

D’altronde che la popolarità di Arisa sia divampata improvvisamente nell’arco di 8 mesi è un dato di fatto. Il suo album “Amami” è ancora ai piani alti della classifica, “La notte” – singolo sanremese risalente a Febbraio – è ancora molto trasmesso in radio e “L’amore è un’altra cosa” è subito entrato nella classifica dei video più visti di Youtube.

“Ho comprato casa, 60 metri quadri e 25 anni di mutuo. Non sono diventata ricca con la musica” dichiara la cantante. “Mi sento discontinua, ho abbandonato le sedute di psicoterapia per i troppi impegni, sono diventata fissata coi tarocchi. Ho bisogno di fermarmi un po’, di cambiare aria e di vivere in un posto dove non sono Arisa”.

Nel frattempo, per la prossima stagione, Arisa sarà ancora protagonista di Sky. “Mi rivedrete a X Factor e quest’anno sarò anche presa in considerazione per la scelta degli ospiti musicali”.

Piccole cantanti crescono e diventano anche doppiatrici.

[imagebrowser id= 3633]

“E’ stato emozionante prestare la voce a Lucille nel film di Besson perché ha tutta la grazie che manca a me. Sono stata felice nel suo corpicino”. Il cinema e Arisa sembrano quindi rincontrarsi nuovamente. Dopo la partecipazione al film di Tognazzi, e il doppiaggio di Lucille, Arisa sta valutando le proposte di alcuni registi per l’adattamento cinematografico di “Il paradiso non è un granchè” il suo primo libro.

Chissà se tutto questo successo i tarocchi lo avevano previsto…