X


Enrico Silvestrin parla di suo figlio: “Gianmarco è lo scopo della mia vita”

Scritto da , il Giugno 16, 2012 , in Personaggi Tv
foto-Enrico-Silvestrin

text-align: justify”>foto-Enrico-SilvestrinL’eclettico Enrico Silvestrin nell’ultimo anno ha vissuto esperienze diverse e molto contrastanti tra loro: ad ottobre ha provato la gioia di diventare padre proprio pochi mesi dopo aver perso sua mamma. Anche dal punto di vista sentimentale non ha vissuto un bel momento: è infatti finita la sua storia d’amore con Emanuela Familiari, alla quale rimarrà per sempre legato grazie al piccolo Gianmarco. Proprio l’arrivo del bimbo ha ridimensionato la vita di Enrico Silvestrin che dichiara di aver cambiato  le sue priorità, è entusiasta della sua nuova condizione di padre e vorrebbe condividere ogni esperienza con il suo bambino e lo definisce “un’onda che ti travolge”.

Silvestrin parla anche della sua recente esperienza cinematografica che lo ha visto impegnato nel film “Good as you”, film diretto da Mariano Lamberti, dove ha lavorato accanto ad altri attori come Daniela Virgilio, Lorenzo Balducci e Luca Dorigo.[imagebrowser=3882]

Per la prima volta nella sua carriera di attore, Enrico ha interpretato un omosessuale, Claudio, e confessa che non è stato facile riuscire ad entrare nel personaggio: la difficoltà non è dovuta alla sua omosessualità bensì alla sua complessità ed alla sua gestualità. Fortunatamente il regista di “Good as you” ha aiutato Enrico a calarsi nei panni del suo personaggio, rendendogli il lavoro sul set meno difficile.

Il film è uscito nelle sale il 6 aprile e da allora Enrico è stato molto occupato con la promozione della pellicola ma questo non gli ha impedito di stare lontano dal suo Gianmarco, unica vera gioia della sua vita.

Proprio oggi, 15 giugno 2012, Enrico Silvestrin riceverà il “ModArt – Premio Margutta 2012” per la sezione Cinema, premio arrivato alla quindicesima edizione e che vede tra i premiati Teresa De Sio, Carlo Freccero, Michele Santoro e Duccio Forzano.