X


Francesco Totti, grande gaffe: “Rispetto l’omofobia”

Scritto da , il Luglio 10, 2012 , in Personaggi Tv Tag:
foto francesco totti

text-align: justify”>foto francesco tottiPer carità, è il Capitano. Un campione indiscusso, impossibile negarlo. Un grande personaggio, una sorta di novello Re di Roma (per i tifosi, almeno). Però accidenti, non si può proprio dire che Francesco Totti sia un oratore. Uno di quelli che quando parlano incantano le masse, che padroneggiano la lingua italiana. Del resto, ognuno ha i suoi talenti e i suoi punti deboli. Oppure, ecco, s’è trattato di una semplice distrazione. Insomma, fatto sta che Totti l’ha sparata grossa. Location: ritiro di Riscone di Brunico. Conferenza stampa. A un certo punto, al microfono Francesco pronuncia una frase strabiliante: “Rispetto l’omofobia“. Panico. Lunghissimi istanti di sgomento. Occhi fuori dalle orbite. Ma che ha detto?

Elena Turra, responsabile della comunicazione della Roma, gli sussurra qualcosa del tipo: “Volevi dire che sei contro l’omofobia?“. e il Capitano cerca di salvarsi in corner: “Sì, certo, sono contro. Contro Cassano, ecco volevo andare contro Cassano che ha detto quelle cose agli Europei…“, si corregge sorridendo. E’ stato un lapsus, scusate. Capita anche ai migliori. Naturalmente, Francesco era in buona fede. E anche su questo non c’è alcun dubbio. E vabbè. Superato l’ostacolo, il Pupone si mette a parlare di calcio e non nasconde il suo spirito un po’ polemico nei confronti della società: “Così come siamo, la Roma è dietro a Juve, Milan ed Inter: spero che dal mercato arrivi qualche campione perché con i grandi giocatori si vince“. Frecciatina seguita da un’altra: “Se sono preparato ad un’altra stagione di transizione dopo quella dell’anno scorso? Conosco la piazza di Roma: la gente non accetterebbe un campionato anonimo e nemmeno io….“. Perfect.

[imagebrowser id=4217]

Il Pupone tesse le lodi di Zeman, “allenatore che garantisce divertimento e goal: alla fine dell’anno ne segneremo almeno 80 o 90 ed io, sono sicuro, potrò toccare quota venti“. Però un allenatore, continua, sia pur bravo non basta se in campo non ci sono giocatori di alto livello. Quindi si augura che “ad agosto qualcosa cambi nel nostro mercato“. Una cosa, comunque, è certa: il legame fra Totti e Zeman è a prova di bomba. Niente e nessuno potrà mai scalfirlo. Nessuna polemica. E nessuna clamorosa gaffe