X


La Russa-show contro il vice-Paolini: “Sei un rompicogl…”

Scritto da , il 21 Luglio, 2012 , in Personaggi Tv
La Russa, scontro in diretta

text-align: justify”>La Russa, scontro in direttaE’ bastata la domanda ironica “non sarebbe meglio toglierlo, il Presidente della Repubblica?” per fare scattare l’ennesima “azione punitiva” di Ignazio La Russa verso il disturbatore di turno, il presenzialista televisivo di lungo corso Mauro Fortini: “Fuori! Tu non sei un cittadino, sei un rompicoglioni…ci sono mestieri inutili e mestieri dignitosi”, le parole al vetriolo rivolte a Fortini dal dirigente post-missino del Pdl, impegnato in un’intervista per i principali media sui temi di più stretta attualità politica. L’umore dell’esponente dell’ala destra dell’ex maggioranza di governo già in partenza non era dei migliori, dato lo scarso entusiasmo manifestato dopo le prime domande sulla ricandidatura di Berlusconi alla leadership della coalizione “moderata”, ma la presenza alle spalle del vice-Paolini evidentemente prometteva scintille. Fortini è un collezionista instancabile di comparsate dietro le telecamere di tutte le televisioni nazionali, ormai abituate all’immagine “familiare” del non-giornalista abbonato alla seconda fila dietro parlamentari e personaggi pubblici, motivo d’interesse per una fetta di pubblico poco appassionata ai contenuti delle interviste o dei “panini” da telegiornale.

[imagebrowser id=4336]

Al cinquantenne romano, soprannominato dai cronisti capitolini “il disturbatore che non disturba” per via della sua indole tutt’altro che aggressiva, non si può dire che manchi la pazienza né la passione politica, essendo un attento osservatore delle vicende interne ai palazzi del potere. Dopo anni trascorsi dietro le quinte in posizione defilata, il presenzialista amante della politica ha fatto un piccolo salto di qualità, concedendosi qualche contatto diretto con deputati o senatori, spesso sorpresi dalle sue stravaganti domande. L’imprudente sfida al temibile Ignazio La Russa si è conclusa subito, nel modo forse più prevedibile, essendo il politico milanese assai propenso allo scontro diretto con chiunque metta alla prova la sua pazienza, con o senza telecamere al seguito.

La lista delle sfuriate pubbliche di La Russa ricomincia ad allungarsi, anche se le risse negli studi televisivi meriterebbero una menzione a parte (per qualità e quantità): da una parte le indimenticabili liti a Ballarò, Annozero, Linea Notte ma anche Matrix ed altri talk show politici, dall’altra i roventi fuori programma durante interviste e conferenze stampa (celebri le “pedate” ai danni di Corrado Formigli e l’energica espulsione del giovane freelance Carlomagno, ai limiti dell’aggressione fisica). L’episodio ha già fatto il prevedibile giro del web, attirando peraltro nuovi seguaci per l’alter ego di Paolini, presente anche su Facebook con una pagina personale che ne raccoglie le “perle di saggezza”. Per arrivare ai livelli del “maestro” Paolini, ad ogni modo, la strada è ancora lunga.