X


Olimpiadi 2012. Bacio lesbo alla cerimonia, scandalo e polemiche in Arabia Saudita

Scritto da , il Luglio 30, 2012 , in Personaggi Tv Tag:
scena hot alle olimpiadi 2012

text-align: justify”>scena hot alle olimpiadi 2012Nel bene o nel male, lo spettacolo dell’inaugurazione di Londra 2012 ha lasciato il segno. La mano di Danny Boyle si è vista eccome, in tutta la travolgente successione di immagini, coreografie ed esibizioni dal vivo che hanno reso la cerimonia iniziale un evento memorabile, al pari delle gare sportive a lungo attese. Tra le originalissime trovate del 55enne regista britannico, grande impatto hanno avuto la “calata” dall’elicottero della Regina Elisabetta in stile Bond-girl e la divertente rilettura con Mr Bean di “Momenti di Gloria”, senza nulla togliere all’omaggio alla carriera di Paul Mc Cartney, emozionante nell’intonazione di “Hey Jude”. Altri aspetti dello spettacolo di venerdì sera sono venuti a galla a scoppio ritardato, scatenando dibattiti e polemiche a catena sui media mondiali, a seconda delle “sensibilità” nazionali. Se poche ore dopo le celebrazioni inaugurali dei Giochi Olimpici di Londra era scoppiato il caso del rappresentante tedesco in tribuna d’onore “pizzicato” dalle telecamere mentre salutava (presumibilmente) alla maniera nazista i suoi connazionali, adesso la polemica si sposta sul fronte mediorientale: colpa del bacio lesbo trasmesso in mondovisione, nel mix di frammenti cinematografici curato da Boyle a corredo della cerimonia.

[imagebrowser id=4460]

La scena “incriminata”, tratta dal telefilm “Brookside” del 1994, mostrava il bacio saffico che quasi vent’anni fa aveva rotto il ghiaccio sul tema dell’omosessualità all’interno delle tv inglesi. Una citazione orgogliosa, quella ospitata nello spettacolo di Londra, che rischia di sollevare un caso diplomatico con alcuni paesi, come l’Arabia Saudita, dove l’amore tra persone dello stesso sesso non trova alcun tipo di riconoscimento, né a livello legislativo né tantomeno a livello culturale. Nelle televisioni del mondo arabo la scena del bacio tra due donne è stata come un fulmine a ciel sereno, poco gradito alle autorità civili e religiose, considerata la rigida censura vigente in molti stati mediorientali in questo ambito (per i sauditi, ad esempio, si è trattato della prima trasgressione in assoluto al divieto di trasmettere immagini esplicite di effusioni tra omosessuali).

L’intento di Danny Boyle non era certo quello di provocare un incidente diplomatico tra la nazione organizzatrice delle Olimpiadi e altri Stati, ma sta di fatto che lo storico episodio della serie tv Brookside ha toccato ancora una volta un nervo scoperto, mettendo a nudo le (tuttora rilevanti) differenze tra diverse aree del mondo in tema di libertà sessuale. Si dice che le polemiche aumentino l’interesse per i grandi eventi sportivi internazionali: sarà così anche in questo caso?