X


Arisa durante il suo “Amami Tour”, l’intervista di LaNostraTv prima di entrare a X Factor

Scritto da , il Agosto 22, 2012 , in Interviste Tag:,
Arisa alias Rosalba Pippa durante il suo Amami Tour

text-align: center” align=”JUSTIFY”>Arisa alias Rosalba Pippa durante il suo Amami Tour

Ironica, semplice, schietta e disarmante…così Arisa è apparsa sul palcoscenico del suo “Amami Tour” che ha fatto tappa ad Anagni (cittadina della provincia di Frosinone), e proprio in tale sede siamo riusciti ad avvicinarla (nonostante le enormi difficoltà dovute a disposizioni un po’ troppo rigide del suo ufficio stampa, a nostro parere) e a scambiare con lei qualche battuta riguardo la sua prossima esperienza televisiva che la vedrà ancora una volta nella veste di giudice della prossima edizione di X Factor accanto a Morgan, Simona Ventura e Elio di Elio e le storie tese.

Manca infatti ormai poco all’edizione bis di Sky di X Factor e noi de LaNostraTv, abbiamo fatto qualche domanda alla cantante impegnata nel suo tour in tutta Italia per questa imminente esperienza che la vedrà di nuovo alle prese con i talenti canori nostrani. Stanno infatti andando avanti in tutta Italia le selezioni per entrare a far parte della nuova squadra di X Factor e considerata l’enorme spettacolarizzazione offerta da Sky lo scorso anno, anche per questa edizione ci si aspetta di replicare in maniera portentosa l’enorme successo di critica e pubblico che ha rilanciato una trasmissione che aveva perso slancio e vigore.

[imagebrowser id=4730]

Puoi darci qualche anticipazione sulla nuova edizione di X Factor?

In verità non so niente della prossima edizione di X Factor. A parte la categoria di cui mi occuperò che però non posso assolutamente dire nonostante qualche anticipazione sia già uscita sul web. Tale notizia non può assolutamente uscire dalla mia bocca… (In verità, anche noi vi abbiamo rivelato le divisioni degli artisti tra i quattro giudici e a quanto pare Arisa si occuperà dei Gruppi).

Rispettiamo dunque il tuo silenzio stampa, ma visto che la nuova edizione di X Factor sta iniziando (il prossimo 20 settembre) e ti vedrà ancora protagonista, cosa ti ha lasciato e cosa ti aspetti da questa nuova edizione?

X Factor è un’esperienza prima di tutto umana, perché hai a che fare con degli esseri umani,  con dei ragazzi che devono ancora formarsi e che hanno molti sogni che valgono più di qualsiasi personalità formata. Ed essere rinchiuso per 3 mesi lì è come essere in un altro villaggio, in un altra città, come si parlasse un’altra lingua e come se il tuo obiettivo di vita fosse un altro. E in quei 3 mesi il nostro obiettivo è prima di tutto mettere a proprio agio questi ragazzi che sono lontani dalle famiglie e cercano di realizzare un sogno, rinchiusi in un loft in cui non si ha neanche la possibilità di capire quello che avviene nel mondo circostante,  tantomeno di verificare qual è il gradimento del pubblico e  destreggiarsi dalle personalità forti che hanno i miei colleghi…

A proposito dei tuoi illustri colleghi, che cosa ne pensi di Morgan che ha dichiarato che vuole uscire dalla tv perché lo sta allontanando dalla musica? Non è un controsenso alla politica di X Factor?

Non lo so, io non so quale politica ci sia dietro X Factor….credo che non ci sia una politica particolare. Se Morgan sente la necessità di dedicarsi alla musica è perché probabilmente è quello che desiderano i suoi fan storici da lui, qualcosa che non sia soltanto televisione ma che sia sottoforma di musica, un’essenza. Secondo me da un certo punto di vista noi proponiamno l’essenza e se lui sente questa necessità è giusto che lo faccia anche perché Morgan ha scritto una delle canzoni più belle della musica italiana, secondo me, che è Altrove, ed è veramente bravo.

Qual è il cantante della tua terra che preferisci?

Il cantante lucano che preferisco è Rocco Papaleo, che non è un cantante ma è molto bravo. E poi Mango infatti proprio ad X Factor feci fare una sua canzone ad Antonella. In verità io non ho una grande preparazione musicale perché  conosco l’essenza delle cose, non mi soffermo ai nomi e alle date. Totò dice che la vita è una livella quindi nomi e date sono poco importanti. Le cose importanti sono quelle che riesce  a trasmetterti…