X


Ballarò, i personaggi delle favole nel promo della nuova stagione

Scritto da , il Agosto 21, 2012 , in Programmi Tv Tag:,
Ballarò, promo stagione 2012/2013

text-align: justify”>Ballarò, promo stagione 2012/2013Biancaneve, Pinocchio, la Fata Turchina, Robin Hood e Zorro in cucina, tutti insieme per fare da “testimonial” a Ballarò. Lo spot appena lanciato da Rai Tre per la nuova stagione (il 12 Settembre l’inizio ufficiale) del talk show “principe” del servizio pubblico gioca sul contrasto tra la serietà del programma e la leggerezza del messaggio promozionale, come per dire “anche noi sappiamo scherzare”. Nè i contenuti nè la formula cambieranno, nella prossima annata di informazione e politica sotto il segno di Giovanni Floris, forte della rinnovata fiducia accordata dalla dirigenza di viale Mazzini allo staff di Ballarò, punto fermo (tra i pochi, insieme a Porta a Porta) nella programmazione Rai degli ultimi 10 anni.

In vista dell’autunno “caldo” preannunciato da analisti politici ed esponenti dello stesso governo Monti, l’informazione televisiva si prepara a riaccendere i riflettori sul “paese reale”, dopo il lungo black out determinato dalla pausa estiva. Carne al fuoco ce ne sarebbe stata, per mantenere vivo qualche altro spazio d’approfondimento dedicato ai temi di più stringente attualità, soprattutto in questa fase di perenne instabilità economica e politica: alcune finestre informative, per lo più legate ai notiziari di rete, sono rimaste accese, ma per il resto il sipario è rimasto calato, forse per troppo tempo. [imagebrowser id=4711]

Al contrario, i mercati ed i principali attori sociali non sono rimasti a guardare, considerati i continui terremoti degli indici economici (tra tutti l’ormai noto spread, incubo dei paesi “meno virtuosi” come l’Italia) che a livello nazionale e mondiale hanno mantenuto alta la tensione tra governi e popolazioni. Come se non bastasse, sul fronte della politica interna si è riaffacciato lo spettro dello scontro tra poteri, essendo in atto un conflitto piuttosto delicato tra magistratura da un lato ed alti livelli istituzionali dall’altro. Compito di Ballarò, così come degli altri spazi televisivi aperti al confronto-scontro tra diverse visioni, sarà fornire una visione d’insieme dei fatti, dando voce ai protagonisti della vita pubblica ma anche agli “esclusi” ed i “dimenticati”, ovvero a coloro che toccano con mano gli effetti concreti della crisi.

http://youtu.be/rVf19_EPVko

L’inguaribile invadenza dei leaders di partito, va detto, renderà sempre più difficile il compito di Floris e colleghi, man mano che ci si avvicinerà alla fatidica data (ancora da stabilire) delle elezioni politiche nazionali. Par condicio, pressioni ed eventuali regolamenti della Commissione di Vigilanza Rai potrebbero peraltro imporre, in prossimità del voto, un prolungato “silenzio elettorale”, come gà verificatosi in altre (recenti) occasioni per volontà della precedente maggioranza parlamentare. Chi, tra tutti i conduttori di punta della tv generalista, sarà in grado di interpretare al meglio il ruolo di sentinella della democrazia che si richiede in tutto il mondo ai giornalisti “di razza” ?