X


Gad Lerner in versione “Super Mario” Balotelli: L’Infedele spiazza tutti

Scritto da , il Agosto 1, 2012 , in Programmi Tv Tag:,
Lerner rilancia L'Infedele

text-align: justify”>Lerner rilancia L'InfedelePochi se lo sarebbero immaginato, il serioso e raffinato Gad Lerner con la cresta colorata di Mario Balotelli e la palla sotto braccio. Ma in tv tutto può succedere, specialmente quando si tratta di scuotere il telespettatore dal torpore estivo per cominciare a “costruire” la nuova stagione televisiva. Lo spot de L’Infedele ha centrato il primo (e forse unico) obiettivo, allargando almeno potenzialmente il bacino d’interesse di uno dei talk show più “colti” del panorama nazionale. Per quanto forzata e pittosto stonata, l’immagine di Lerner-calciatore che fa il verso ad una pubblicità con Balotelli come testimonial di una prestigiosa marca di scarpe, è riuscita a rimbalzare per quasi tutti i siti d’informazione, grazie anche alla scarsa concorrenza a livello di notizie, soprattutto in campo di personaggi e programmi tv. Ad un mese circa dalla riapertura del suo salotto televisivo, Lerner si è così divertito ad interpretare un personaggio-chiave del momento, quel Mario Balotelli che ha acceso l’estate di milioni d’italiani col “sogno europeo” svanito solo sul finale.

[imagebrowser id=4476]

La solida fede nerazzurra del giornalista (milanese “acquisito”) avrà probabilmente avuto un ruolo decisivo nella scelta del soggetto per la parodia, ma la popolarità del calciatore azzurro e l’evidente contrasto tra temi e personalità in gioco nei pochi secondi dello spot hanno dato l’assist giusto per la riuscita dell’esperimento. Nonostante le ironie e l’abile mossa pubblicitaria coronata dallo slogan “L’Infedele vi stupirà”, per Gad Lerner ci sarà da lavorare sodo da Settembre, quando toccherà alla sua trasmissione e agli altri programmi di attualità seguire l’evolversi della delicata situazione politica, con un clima destinato a surriscaldarsi nella lunga marcia di avvicinamento alle elezioni parlamentari.

L’Infedele continuerà a volare alto, unendo dibattito strettamente politico ed approfondimenti tecnici, cronaca e cultura in un contenitore ampio ed impegnativo che ha nell’originalità di contenuti e impostazione i suoi principali punti di forza. Grande è l’attesa, comunque, per la nuova programmazione de La 7, piena di fuoriclasse strappati alla concorrenza o comunque riportati nel circuito della tv generalista, tra i quali brilla la stella di Michele Santoro col suo “Servizio Pubblico” chiamato all’ennesima prova del fuoco. Tra i più convinti sponsor di Santoro, fin dalla scorsa estate quando l’accordo con l’Ad Giovanni Stella sembrava cosa fatta, c’è proprio Gad Lerner, che insieme ad Enrico Mentana ha ridato vigore a quel “terzo polo televisivo” rimasto per molto tempo lettera morta, così come il sogno di un reale pluralismo nell’informazione.