X


Ballarò, Maurizio Crozza impersona Roberto Casaleggio (VIDEO)

Scritto da , il 11 Settembre, 2012 , in Programmi Tv
Maurizio Crozza Ballarò 11 settembre

JUSTIFY”>Maurizio Crozza Ballarò 11 settembre

Inizia una nuova stagione di Ballarò e prima di cominciare le discussioni in studio con gli ospiti presenti Giovanni Floris ha messo in evidenza i punti cruciali riguardanti i cambiamenti dopo l’estate, in una situazione che vede la crisi economica passata irrimediabilmente alla vita reale. “41 mila imprese hanno chiuso tra luglio e agosto”, questo il dato più agghiacciante oltre agli enormi aumenti dei consumi che stanno mettendo in ginocchio milioni di famiglie tra carburante, aumenti dell’energia e addirittura il costo del caffé, salito di 20 centesimi.

E dopo la panoramica sulle problematiche che vedono ancora l’Italia nella morsa della crisi e della non-crescita (con un servizio anche sulle proteste degli operai dell’Alcoa) è arrivato il momento tanto atteso, la copertina di Maurizio Crozza che anche per stavolta non ha risparmiato nessuno e ha iniziato con slancio questa undicesima edizione di Ballarò in 10 minuti esilaranti e sempre molto incisivi considerato il panorama italiano attuale (GUARDA IL VIDEO DOPO IL SALTO). “Vorrei iniziare questa nuova stagione di Ballarò in modo alto, nobile – ha esordito Crozza – citando il cardinale Martini il cui ultimo pensiero è stato rivolto alla politica italiana: No all’accanimento terapeutico. E ha ragione. Lasciamoli andare. Ecco i nostri politici, lasciamoli andare. Andate via!”.[imagebrowser id=4993]

Dopo aver bacchettato Matteo Renzi, che se non altro è capace di stare allo scherzo, Crozza ha dedicato la sua copertina al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo e principalmente alla figura di Roberto Casaleggio, personaggio inquietante quanto basta, che pare desti molta paura tra i membri del movimento, e riallacciandosi a quanto accaduto al consigliere dell’Emilia Romagna Giovanni Favia, ha impersonato un ipotetico membro di Cuneo nel rapporto con un giornalista. Ma la parodia più azzeccata è stata quella di Roberto Casaleggio (“un incrocio tra un agente Tecnocasa e il cantante dei Led Zeppelin”) con tanto di occhiali e parruccone che addirittura nel 2090 prevede l’elezione mondiale sul web in rete con la vittoria di Nando Pagnoncelli. Guardate il video:

http://www.youtube.com/watch?v=rjkX5aH45t0&feature=g-all-u