X


Salvate il soldato Carlucci dall’oblio televisivo

Scritto da , il 18 Dicembre, 2012 , in Personaggi Tv
foto di milly carlucci

text-align: justify”>foto di milly carlucciMilly Carlucci è una delle colonne portanti della Rai (Radio Televisione Italiana). Da anni impegnata a potare allegria nei  sabato sera di Raiuno, la soldatessa Carlucci quest’anno si vede orfana della sua unica creatura rimasta in vita: Ballando con le stelle. Lo show rimandato giustamente a settembre 2013 dopo il calo d’ascolti registrato nella precedente (l’ottava) edizione,  ha visto vari concorrenti vip destreggiarsi in improbabili coreografie. Quest’anno si prende un salutare anno sabbatico per tornare in grande stile e con le dovute modifiche nell’autunno prossimo. La soldatessa Carlucci dopo la chiusura di Notti sul ghiaccio, l’addio a Miss Italia e Telethon non si perde d’animo e prepara per il 2013 due show low badget, il cui tema è ancora del tutto top secret. Nelle vacanze natalizie di due anni fa la Carlucci aveva testato con scarso successo il talent show 24mila voci, dedicato al tema dei gruppi corali. Probabilmente la sbagliata collocazione in palinsesto, la non diretta o lo scarso appeal della giuria hanno portato il programma a non eccellere. Milly sogna di riproporlo, con qualche modifica, perché è molto convinta sia un tema sul quale scommettere.

[nggallery id=6673]

Leggendo i palinsesti Rai il nome della Carlucci è assente. Dov’è Milly? Che la Rai se ne sia dimenticata? Ci pensiamo noi allora a ricordarglielo. Uno dei volti più sani della tv pubblica. Simbolo di professionalità, bravura, eleganza e classe, la Carlucci merita di sedere tra i volti che Rai1 utilizza per le produzioni di prima serata (oltre a Conti e alla Clerici, che seppur bravi rischiano l’usura). Nella lunga carriera della Carlucci costellata da grandi successi ma anche da qualche momento buio, come nella carriera di chiunque, c’è stato il periodo precedente al successo della prima edizione di Ballando (2005), ovvero quello che va tra il 1999 e il 2005 durante il quale le veniva affidata la conduzione di grandi eventi: David di Donatello, notti di Capodanno, premi di varia natura, e non riusciva a trovare un programma giusto per la sua personalità. Condurre eventi è sicuramente un impegno importante e impegnativo, ma fare solo quello probabilmente è poco gratificante. Ci auguriamo che si pensi per lei ad un progetto forte che possa essere una valida alternativa al longevo Ballando e che possa restituire la brava Milly alla prima serata. La Carlucci non può essere relegata a ruoli secondari ma merita di stare tra quelle stelle che la Rai dovrebbe stra-utilizzare. Nel frattempo si è divertita a portare il format di Ballando tra la gente, con una serata test: Balla con Milly, dove ha provato a sperimentare delle modifiche da apportare al programma. Modifiche che se vincenti potrebbero essere messe in atto proprio nelle prime serate televisive. Forza Milly noi teniamo per te.