X


Ballarò, la copertina del 29 gennaio: Maurizio Crozza imita Antonio Ingroia (VIDEO)

Scritto da , il Gennaio 29, 2013 , in Programmi Tv Tag:,
Maurizio Crozza imita Antonio Ingroia a Ballarò

text-align: justify”>Maurizio Crozza imita Antonio Ingroia a Ballarò

BALLARO’ e la campagna elettorale entrata ormai nel vivo. A poco meno di un mese dalle elezioni del 24 e 25 febbraio Ballarò, nella puntata di stasera 29 gennaio, ha realizzato una puntata dedicata alle elezioni e alla campagna elettorale delle coalizioni che si contenderanno la guida del Governo del Paese. E come ogni martedì, l’evento più spassoso, più delle mille argomentazioni politiche, è stata la copertina satirica di Maurizio Crozza in apertura di puntata, che è stata dedicata proprio a questa campagna elettorale con il comico genovese che ha potuto rivolgersi direttamente ai politici in studio. Dopo aver dichiarato platealmente di essere stanco della campagna elettorale: “Non ce la faccio più di questa campagna elettorale, il loro compito non è convincerci ma sfinirci anzi qualcuno è addirittura tornato per finirci” Crozza si è rivolto direttamente a Pierferdinando Casini ospite di Giovanni Floris: “Il Parlamento è nato per dare senso a Casini. Non è un uomo, ma una legge della fisica: Tutto si crea, nulla si distrugge,ma tutto si ricandita!”

MAURIZIO CROZZA NELLA SUA COPERTINA SATIRICA  è tornato poi a parlare di Mario Monti dopo il battibecco suscitato dalle sue esternazioni comiche dichiarando che “Monti è così tanto in tv che quando la spegni ti rimane l’alone…”. Non solo Monti, non solo Casini, infatti Maurizio Crozza ha avuto parole “gentili” anche per il Pd e rivolgendosi ad Anna Finocchiaro ospite in studio ha esclamato: “Senta Finocchiaro manca solo un mese per perdere le elezioni, dopo il Monte dei Paschi avete qualche altra puttanata da giocarvi?” e riguardo le parole di Berlusconi su Mussolini: “E’ arrivato in un museo in occasione del giorno della memoria e dopo aver detto che Mussolini ha fatto anche cose buone si è addormentato, ma non poteva addormentarsi prima?” aggiungendo: “Berlusconi non è fascista e se cita Mussolini non è fascismo, è invidia”.[nggallery id=7509]

L’intervento più esilarante di Maurizio Crozza nella sua copertina satirica è stato però senza dubbio la sua imitaziona di Antonio Ingroia, intervistato tra l’altro a Ballarò da Giovanni Floris, e indossando barba e capelli dell’ex magistrato,  “ingroiandosi” per dirla alla Crozza, ha realizzato una parodia davvero azzeccata del Leader di Rivoluzione Civile. “Sono tutti sfiniti d questa campagna elettorale,  l’unica eccezione è Ingroia perché lui è nato sfinito”. E potete scoprite il perché nel video seguente in cui è presente l’intero intervento di Maurizio Crozza nella sua copertina satirica a Ballarò.

http://www.youtube.com/watch?v=0CVsM__6xa0