X


Beppe Grillo torna in tv: “Mi farò vedere prima delle elezioni”

Scritto da , il Gennaio 27, 2013 , in Personaggi Tv Tag:,
Grillo ripreso dal Fatto Quotidiano

text-align: justify”>Grillo ripreso dal Fatto QuotidianoBeppe Grillo andrà in tv per concludere “col botto” la campagna elettorale. L’annuncio dell’ex comico genovese, a quasi vent’anni dall’ultima apparizione ufficiale su una rete generalista italiana, è destinato a far discutere, ma ad auspicare una decisione in questo senso erano in tanti (simpatizzanti 5S e non). Senza rinnegare l’impostazione “alternativa” della propaganda politica del MoVimento, il massimo esponente di quella che al momento (stando ai sondaggi) risulta essere la terza forza politica nazionale proverà a “bucare lo schermo” sfidando gli altri leaders nel rush finale prima del voto.

Beppe Grillo conosce alla perfezione la tv ed i suoi meccanismi, avendo trascorso quasi 15 anni di carriera a cavallo tra teatro e piccolo schermo: dagli esordi con Pippo Baudo nel quiz “Secondo Voi” all’immediato successo al Festival di Sanremo del 1978, passando per diverse “storiche” edizioni di “Fantastico”, il feeling tra l’attuale portavoce del M5S ed il più diffuso mezzo di comunicazione è stato lungo e intenso. Furono 15 milioni di telespettatori a salutare, nel lontano 1993, l’ultimo spettacolo in Rai, intitolato “Beppe Grillo Show”, tuttavia non sono mancate fugaci sortite sui canali satellitari e pay tv come Tele+ prima e Sky in seguito, principalmente coi taglienti “discorsi alla Nazione” di fine anno.[nggallery id=7444]

Impossibile al momento prevedere quale sarà la “fortunata” trasmissione (o tribuna politica) che ospiterà l’atteso “evento” del ritorno in tv del Beppe nazionale, anche perché nei prossimi giorni con ogni probabilità cominceranno le delicatissime trattative dello staff grillino coi responsabili di Rai e Mediaset, chiamati a garantire il massimo equilibrio ed il rispetto delle regole in tutti i dibattiti e talk show politici fino allo scadere della campagna elettorale. Da Ravenna Beppe Grillo ha comunque suonato la carica, promettendo ai militanti 5 Stelle il massimo impegno nella raccolta del consenso in vista del fatidico week-end di fine Febbraio: “Non posso tirarmi indietro, andrò anche in tv. Sarà la sorpresa dell’ultima settimana prima delle elezioni”.

Nulla a che vedere, giurano dalle parti del MoVimento, con le “prevedibili” esibizioni degli altri leaders, verso i quali non è mai venuta meno l’ironia per l’eccessivo legame col mezzo televisivo ed in generale con vecchi metodi e schemi di propaganda politica. Se le ripetute apparizioni del Cavaliere nelle principali reti pubbliche e private hanno avuto un effetto benefico sulle intenzioni di voto (per ora virtuali) per il Pdl, la futura incursione di Grillo sarà sicuramente oggetto di “studio” per sondaggisti e addetti ai lavori, ma il dato meno difficile da prevedere in questo caso è quello relativo agli ascolti: al di là delle opinioni sul personaggio, saranno milioni gli italiani incollati allo schermo per gustarsi lo “spettacolo”.