X


“Chi l’ha visto?”, anticipazioni puntata del 23 gennaio: che ne è stato di Roberta Ragusa?

Scritto da , il Gennaio 22, 2013 , in Programmi Tv Tag:

text-align: center”>Federica Sciarelli Chi l'ha visto?

“CHI L’HA VISTO?”, ANTICIPAZIONI PUNTATA DEL 23 GENNAIO: FEDERICA SCIARELLI TORNA SUL CASO DI ROBERTA RAGUSA. Nuovo appuntamento mercoledì 23 gennaio alle 21.05 su Raitre con “Chi l’ha visto?, il programma dedicato alla scomparse e ai misteri rimasti insoluti, trasmesso dallo storico studio 2 del CPTV della Rai di via Teulada a Roma. Anche questa settimana Federica Sciarelli tornerà sul caso di Roberta Ragusa, la quarantacinquenne scomparsa la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua casa di Gello, frazione di San Giuliano Terme in provincia di Pisa, dove viveva con il marito e i suoi due figli di 15 e 11 anni. Antonio Logli è tuttora indagato dalla Procura di Pisa che lo ritiene responsabile della scomparsa della moglie. Dov’è finita Roberta? Che ne è stato di lei? A più di un anno dalla scomparsa, ancora nessuna traccia della donna.

[imagebrowser id=7337]

MERCOLEDI’ 23 GENNAIO A “CHI L’HA VISTO?” si parlerà della telefonata misteriosa che Antonio Logli fece la sera della scomparsa di Roberta: il suo cellulare, infatti, ha svelato che la sera del 13 gennaio di un anno fa lui fece una telefonata di pochissimi secondi alla sua amante. Perché? Forse Roberta lo ha sorpreso e lui ha dovuto interrompere bruscamente la conversazione telefonica? La Procura di Pisa deciderà nei prossimi mesi se archiviare la posizione dell’uomo o chiedere il rinvio a giudizio con l’accusa di aver ucciso Roberta e di averne poi occultato il cadavere. Mercoledì 23 gennaio “Chi l’ha visto?” si occuperà anche della scomparsa di un ragazzo che vive a Milano. Secondo quanto dichiarato dai suoi coinquilini, il giovane si sarebbe allontanato per andare in giro nei locali della città. Entrambi i suoi cellulari, però, sono rimasti sotto carica nella sua stanza. Perchè non li ha portati con se? I suoi familiari temono il peggio e sono convinti che gli sia accaduto qualcosa di grave…